Una sentenza sconcertante. Non c’è altro modo di definire la decisione presa del Giudice Sportivo della Serie A Gold di Pallamano che a memoria d’uomo non ha precedenti e che ha addirittura escluso dal campionato la Pallamano Rubiera compresa la retrocessione nella categoria inferiore con annessa una penalizzazione di ben 9 punti. La società rubierese non ha ancora emesso nessun comunicato in merito, ma pare scontato che verrà inoltrato ricorso. I tutto è nato dalla decisione, come spiegato chiaramente dal vice presidente della Pallamano Rubiera, Luca Bartoli, e documentato in maniera inequivocabile anche dal filmato della partita, di tutelare l’incolumità dei propri giocatori su un parquet oltre le minime norme di sicurezza con svariate e pericolose scivolate dei giocatori a causa della condensa e quindi di richiamare la propria squadra per evitare il peggio ai propri atleti nel corso della ripresa nella gara sul campo dell’Albatro Siracusa. Dopo un quarto d’ora con gli arbitri decisi a terminare la gara la Pallamano Rubiera non è più scesa in campo ed è stata decretata la fine anticipata. Oltre alle decisioni sopra citate il Giudice Sportivo la perdita della gara a tavolino, collocamento all’ultimo posto e l’annullamento delle gare già disputate. A seguito di questa sentenza il recupero di domani sera con Conversano non avrà luogo. Sono annullate tutte le partite già disputate in Serie A Gold dalla formazione rubierese, la cui collocazione all’ultimo posto della graduatoria non comporterà la disputa dei playout retrocessione.