La Pallamano Vikings Rubiera esce sconfitta dallo scontro salvezza della Serie A Gold sul campo del Cingoli. Disastroso il primo tempo della squadra rubierese: male in difesa e errori su errori in attacco permettono alla squadra di casa di volare sulle ali dell’entusiasmo chiudendo meritatamente avanti 21-13 all’intervallo. Quella che si preannuncia una disfatta senza attenuanti per i Vikings diventa però un’altra partita nella ripresa: Rubiera torna in campo con tutt’altro spirito, ritrova la sua difesa e ritrova un Voliuvach finalmente decisivo tra i pali. E trova tranquillità in attacco. Parziale di 14-6 per Rubiera e a 4 minuti dalla fine il risultato è sul 27-27. Ma ancora una volta basta un errore nel finale per ritrovarsi con una nuova sconfitta sulle spalle. Finisce 31-29 per i padroni di casa. Niente punti e solo rabbia e amarezza. Da scatenare in energia positiva in occasione della partita di sabato contro Trieste. Che Rubiera deve assolutamente vincere. Il commento del dirigente Alessandro Baschieri: ” Primo tempo inguardabile ed inspiegabile. La ripresa un’altra partita. Sembravamo un’altra squadra e forse il Cingoli ha dato per scontato il successo, fatto sta che abbiamo ritrovato difesa e le parate del portiere. E piano piano siamo tornati sotto fino al pareggio. Ma ancora una volta restiamo con un pugno di mosche per un finale amarissimo”. (nella foto di Linda Lusetti il miglior marcatore del Vikings, Alvaro Moreno Della Santa).