PALLAMANO CASALGRANDE – PALLAMANO RUBIERA 28 – 31 (p.t. 16 – 20)

PALLAMANO CASALGRANDE: Cocchi, Ricciardo, Sigona 1, Barbieri 2, Lamberti 7, Lenzotti, Caprili, Marco Giubbini 5, Seghizzi 5, Toro, Strozzi 6, Zironi, Bondavalli, Capozzoli, Ravaglia, Tronconi 2. All.: Corradini.

PALLAMANO RUBIERA: Mantovani, Prandi, Monica, Jendoubi 2, Rinaldi 5, Lugli, Sentieri 3, Gualtieri, Manzini, Cremaschi 1, Gibertini 1, Enrico Giubbini 10, Chiesi 3, Manfredini, Tritto 4, Mezzetti 2. All.: Ferroni.

NOTE: primo tempo 16-20. Esclusioni per due minuti: Modula Casalgrande 4, Secchia Rubiera 0. Espulso al 15’st Enrico Giubbini (R).

Grande colpo di Rubiera (nella foto durante un time out) che si impone nel derby di Serie B con Casalgrande si rilancia prepotentemete in classifica. La squadra di mister Luca Ferroni di fatto tiene la testa avanti per tutto il match e anche quando i padroni di casa riescono ad impattare trova energie e lucidità per ricacciarli nuovamente indietro. Enrico Giubbini è ancora una volta il miglior marcatore del match nonostante finisca la partita anzitempo per un cartellino rosso sventolato dalla coppia arbitrale per un erronea applicazione del nuovo regolamento di gioco. Ma Rubiera ha mostrato di essere superiore anche ai torti arbitrali portando a casa un successo di grande valore. “Davvero sconcertante – commenta a fine gara Matteo Corradini, trainer della Modula Casalgrande – perchè il tipo di atteggiamento che io ho cercato di trasmettere ai ragazzi non è affatto questo: finchè regaleremo un tempo agli avversari, credo proprio che non andremo da nessuna parte. La Serie B regionale emiliano-romagnola è contraddistinta da un tenore qualitativo molto simile a quello dell’A2: in ogni caso i mezzi per fare bene non ci mancano affatto, ma servono urgenti miglioramenti a livello caratteriale. In buona sostanza siamo entrati in campo solamente al 30′: tuttavia, come è noto, le partite cominciano dal primo minuto. Un ulteriore limite è poi rappresentato dalla scarsa freddezza che abbiamo mantenuto nelle fasi più cruciali dell’incontro: dopo aver messo in campo grandi sforzi per raggiungere il pareggio sul 26-26, siamo riusciti a buttare via tutto accumulando ancora imprecisioni su imprecisioni. E’ vero che mancavano l’ala Gabriele Ferrari, il pivot Eugenio Oliva e il centrale Riccardo Prodi, quest’ultimo alle prese con un infortunio al gomito le cui tempistiche sono ancora da valutare: d’altro canto, le defezioni non sono affatto sufficienti per giustificare i difetti che la squadra ha evidenziato in questo derby. Come se non bastasse, tante volte tendiamo troppo a perdere la pazienza: peraltro gli scatti d’ira sono una problematica di vecchia data, già riscontrata varie volte durante la scorsa stagione in seconda serie. Tenevamo parecchio al derby, perchè potevamo cogliere una vittoria di assoluto prestigio contro un Secchia ben organizzato in ogni zona del campo: ora dobbiamo rimetterci all’opera con dedizione e umiltà, in vista del nuovo derby che ci attende”. Questo, invece, il commento del tecnico di Rubiera, Luca Ferroni: “Sfida sofferta e sudata, come era inevitabile che fosse contro una rivale così ben strutturata come la Modula Casalgrande e noi siamo stati capaci di costruire un eccellente 1° tempo, esprimendo una pallamano di grande precisione e approfittando al meglio di ogni incertezza avversaria. A seguire c’è stato il ritorno di Casalgrande, che ci ha creato molti più ostacoli rispetto a quanto visto nei 30 minuti iniziali: tuttavia non abbiamo mai perso contatto con la partita, e siamo sempre riusciti a sviluppare le giuste strategie tecniche e mentali per controbattere colpo su colpo alle manovre proposte dalla Modula. Un successo davvero da incorniciare, per motivi che vanno ben oltre il semplice aspetto campanilistico: la nostra prova è stata veramente notevole, contro una Modula senza dubbio ricca di grandi nomi”. 

LA SITUAZIONE IN SERIE B MASCHILE. Gli altri risultati sono Sportinsieme Castellarano-Estense Ferrara 25-33, Rapid Nonantola-Qbm Valsamoggia 31-21, Marconi Jumpers Castelnovo Sotto-Faenza 21-18 e Felino-Carpine 20-36. La terza giornata si completerà con i posticipi di oggi, ossia Romagna-Tecnocem San Lazzaro di Savena e Ferrara United-Carpi.

Classifica: Carpine e Marconi Jumpers Castelnovo Sotto 6 punti; Carpi*, Tecnocem San Lazzaro di Savena*, Rapid Nonantola, Faenza e Pallamano Rubiera 4; Estense Ferrara, Modula Casalgrande e Felino 2; Romagna*, Ferrara United*, Sportinsieme Castellarano e Qbm Valsamoggia 0 (le squadre con l’asterisco hanno disputato una partita in meno).