CORREGGESE (3-5-2)

RICCARDO BERTOZZI S.V.: è stato inoperoso, per lui solo alcune uscite che hanno confermato la sua sicurezza.
PUPESCHI 6,5: sempre in anticipo sull’avversario.
GIGLI (foto d’archivio di Daniela Asioli) 6.5: Pegollo, che pure è un attaccante quotato non ha fatto un tiro in porta.
CAVALLARI 6.5: con Pupeschi e Gigli ha creato un muro, in più come al solito un paio di volte ha cercato gloria in avanti senza fortuna.
MATTIA BASSOLI 6: diligente in copertura e generoso in fase di spinta.
GALLETTI 6: ha provato anche il tiro, dopo la prodezza col Corticella, e per il resto ha tenuto bene la posizione (dal 41’ st DAVIGHI s.v.).
CARTA 6.5: ha il compito di sostituire Manuzzi, mette ordine nella manovra e si incarica di battere i calci piazzati. Una prova positiva. Viene cambiato per ragioni tattiche non certo per demerito (dal 23’ st CARRASCO 7: quando parte dalla panchina con la sua rapidità e la sua freschezza è sempre pericoloso, poi segna il gol che vale tre punti e lui spera che valga anche 90’ in campo).
SIMONCELLI 6.5: da vero capitano, cerca di dare l’esempio muovendosi sia sulla sinistra che sulla destra per vivacizzare la manovra. Segna anche con astuzia, ma il suo è un gol fantasma perché l’arbitro fa ripetere la punizione (dal 41’ st POZZEBON 6: solo pochi minuti in campo ma merita il voto perché è suo il cross da cui scaturisce il gol)
MHADHBI 6: spinge poco e solo in un’occasione si affaccia in avanti. Rivedibile (dal 39’ st SIMONE BASSOLI s.v.).
RIZZI 6.5: fa a sportellate, è sfortunato nei tentativi di tiro. Ci teneva a fare un dispetto ai suoi ex.
IAQUINTA 6: il gol segnato con la Sammaurese ha fatto crescere la sua autostima, si muove bene, dovrebbe cercare il tiro con più frequenza (dal 23’ st GALLI 6: di fatto sostituisce Carta, fa la sua parte).

REAL FORTE QUERCETA (4-3-1-2)

Raspa 5.5; Meucci 6, Tognarelli 6, Masi 6, Giubbolini 6; Bortoletti 6, Bernardini 6, Fazzi 5.5; Alessandro Bertozzi 5.5 (dal 17’ st Bertipagani); Pegollo 5.5, Verde 6.