di Giorgio Pregheffi

Il Torneo della Montagna di Reggio Emilia vive il momento cruciale della fase di qualificazione, perché già domani potrebbero esserci i primi verdetti per l’approdo ai quarti di finale. Nel girone A si gioca la quinta e penultima giornata della prima parte del torneo. Le novità dalle sedi.

GIRONE A

VETTUS – FELINA 

Il presidente del Vettus, Ivano Pioppi, fa autocritica relativamente alla partita giocata e persa martedì scorso sul campo del Leguigno: “Abbiamo affrontato l’impegno con la puzza sotto il naso e la voglia di vincere del Leguigno ha avuto la meglio sulla nostra presunzione. C’è stato divertimento, anche spettacolo, ma io ero arrabbiato. Spero ci serva da lezione. Ora col Felina dobbiamo cambiare atteggiamento”. Al di là di queste considerazioni, non cambiano gli esterni: confermati Ababio, Selvatico, Berberi, Lillo e rientra il centrale difensivo Bonalumi. Dopo l’inizio choc, il Felina ha trovato il passo giusto con due vittorie consecutive: “Ci siamo ricompattati e abbiamo saputo fare gruppo – osserva l’allenatore Tommaso Manfredi – adesso si tratta di dare continuità, non possiamo fermarci, anche se il Vettus è avversario di tutto rispetto”. Nessun cambiamento negli esterni: giocano Baldani, Suardi, Guerini, Peli e Minessi. Nei locali squalificato Sendrea.

ROTEGLIA – LEGUIGNO 

Dopo una partenza da protagonista, Il Roteglia ha rallentato incappando in due sconfitte consecutive: “In parte abbiamo forse sottovalutato gli avversari – ammette il desse Marco Bonicelli (foto) – ma soprattutto siamo stati penalizzati da certe decisioni e poi l’espulsione di Hoxha e successivamente le 4 giornate di squalifica sono discutibili, tanto che abbiamo fatto ricorso. Ma ora dobbiamo concentrarci sulla partita di domani sera col Leguigno”. Come esterni, confermati Lanzotti, Som e Marchetti, torna l’attaccante Del Porto ed è aperta la trattativa per un quinto giocatore, per sostituire lo squalificato Hoxha. Nell’ambiente del Leguigno è tornato l’entusiasmo dopo lo spettacolare 4 a 3 col Vettus: “Ci voleva questa vittoria – commenta il diesse Lauro Pistelli – e si può dire che abbiamo ritrovato la fiducia e il supporto dei nostri tifosi. Dobbiamo insistere”. Confermatissimi gli esterni: Manuzzi (gol straordinario e tanto lavoro a centrocampo), Andriani, Gusella, Mangiarotti ed Ennamli.