di Giorgio Pregheffi

Il maltempo ha dimezzato il turno infrasettimanale nel Torneo della Montagna ma è bastato per emettere già un verdetto: il Tricolore Carpineti Valestra ha conquistato matematicamente la qualificazione ai quarti di finale ed è sicuro del primo posto. Domani sono in programma dodici gare, sei della categoria Giovanissimi, che iniziano alle ore 16, e sei dei Dilettanti con inizio alle ore 17.30 a parte Roteglia, dove si gioca alle 18 e alle 19.15. Si disputerà lunedì sera il posticipo tra Leguigno e Cerredolo. Vediamo le novità, e sono tante, dalle sedi.

GIRONE A

VILLA MINOZZO – BAISO

Il Villa Minozzo forte dei 10 punti all’attivo, sente la qualificazione vicina ma non ha nessuna intenzione di prendere sottogamba l’impegno col Baiso: “Vogliamo tenere il nostro passo – rileva il vicepresidente Daniele Malvolti – peccato che a Quattro Castella si sia giocato solo un tempo, e noi eravamo in vantaggio, perché ha vissuto una serata complicata la terna arbitrale. Ci serve ancora uno sforzo”. Circa gli esterni, sono confermati Amayah, Setti e Ferrario, mentre servono due giocatori per sostituire lo squalificato Mordini e l’indisponibile Ferrara. “È un momento difficile per noi – osserva l’allenatore del Baiso Lorenzo Barozzi – perché veniamo da due sconfitte, che hanno vanificato la bella vittoria col Felina. Dobbiamo tornare a fare punti e non sarà facile sul campo della prima della classe”. Come esterni sono confermati i difensori centrali Brenna e Frosali, mentre si cercano un attaccante e un centrocampista. In dubbio il locale Simone Caputo.

FELINA – SPQM MONTECAVOLO

“Non siamo all’ultima spiaggia, siamo già in mare – cerca di sdrammatizzare Tommaso Manfredi, l’allenatore di un Felina ancora a zero punti – ma per fortuna possiamo ancora farcela e io continuo ad essere fiducioso. Col Montecavolo dobbiamo ritrovare quello spirito che ci ha portato avanti negli ultimi anni”. Si cambia ancora nel pacchetto esterni: confermati solo i difensori ex Correggese Pupeschi e Cavallari, arrivano il portiere dell’Aglianese Tommaso Nannetti, è indisponibile il portiere locale Maicol Zannoni, la seconda punta Gabriel Mattiolo sempre dall’Aglianese e infine il centravanti Federico Gerardi (foto), 37 anni, una carriera sviluppata tra Serie B e Serie C. In casa Montecavolo non si guarda alla classifica dell’avversario: “Il Felina – puntualizza il general manager Alessandro Fontanili – è abituato a fare rimonte, per cui va affrontato col massimo rispetto”. Per la prima volta relativamente agli esterni ci sono solo due certezze: Fiocchi e Vaccari, mentre continua la ricerca di altri tre giocatori.

GIRONE B

BORZANESE – TRICOLORE CARPINETI VALESTRA

“Dobbiamo assolutamente fare risultato – è perentorio l’allenatore della Borzanese Andrea Ghizzoni – perché finora abbiamo concretizzato poco e pesano soprattutto le vittorie mancate con Vettus e Gatta. Il Carpineti merita il primo posto e la qualificazione, noi però dobbiamo cercare di batterlo”. Circa gli esterni, solo Molossi è stato confermato, dal Real Formigine arrivano l’attaccante Judmir Hoxha, una vecchia conoscenza, e il centrocampista Simone Cremaschi, mancano due pezzi per completare il quintetto. Indisponibile il bomber Trombetta. “Siamo contentissimi – dichiara il dirigente del Tricolore Carpineti Valestra Nicola Branchetti – e l’unico rischio è di farci travolgere dall’entusiasmo. Il primo obiettivo è centrato, adesso vogliamo onorare il primato, schierando sempre cinque esterni testando nuovi giocatori per non farci cogliere impreparati qualora le nostre prime scelte fossero indisponibili”. Tradotto, significa che non vedremo all’opera i soliti esterni, si stanno cercando tre giocatori, mentre due sono certi: si tratta dei difensori Diana, che finora ha giocato sempre, e Tommaso Graziano, già in campo contro il Vettus.

GATTA – VETTUS

Dello stesso tenore le dichiarazioni dei presidenti di Gatta e Vettus Elio Marazzi e Ivano Pioppi: “È tempo di vincere”. Entrambe le squadre hanno due punti e si preannuncia una classicissima molto combattuta, Per quanto riguarda gli esterni. il Gatta dovrebbe far ricorso ai soliti Oubakent, Grasso, Da Pozzo, Tambussi e Jassey, al rientro dalla squalifica, mentre il Vettus dovrebbe schierare Bonalumi, Pirola, Pesenti e Baldan, manca all’appello un centrocampista.

GIRONE C

QUERCIOLESE-COLLAGNA

“Siamo obbligati a vincere – non usa mezzi termini il presidente dalla Querciolese Italo Bonini – visto che abbiamo solo un punto in classifica. Certo, col Collagna non sarà facile ma dobbiamo provarci”. Gli esterni dovrebbero essere Benedetti, Serroukh, Tamagnini, Vecchi e il rientrante Guerri, che rileva l’infortunato Minutolo. Il Collagna, con 4 punti, è al momento terzo ma serve ancora uno sforzo per la qualificazione: “La partita con la Querciolese è importante – osserva l’allenatore Lauro Bonini – e non possiamo sbagliare”. Complicata la ricerca degli esterni: sicuri Cudini e Bocchialini, in dubbio Capiluppi, servono un centrocampista e un attaccante, visto che Torelli e Bardeggia non sono disponibili.

ROTEGLIA – CERVAREZZA

“Il risultato col Collagna ci condanna – rileva il ds del Roteglia Marco Bonicelli – perché lo 0 a 3 è una disfatta, tuttavia per un tempo ci siamo stati solo noi in campo, poi ci sono stai episodi particolari, abbiamo sbagliato, archiviamo tutto e pensiamo al Cervarezza”. Non dovrebbero esserci novità negli esterni: tornano Gentile, Boccardi, Fomov, Diallo e Marchetti. “Il Roteglia è una delle squadra più attrezzate – parola dell’allenatore del Cervarezza Luca Cecchi – quindi ci aspetta un impegno difficile”. Come esterni, vedremo all’opera i soliti Buffagni, Rizzuto e Malivojevic, che rientra, e i nuovi che arrivano dal Chieri: il difensore Alessandro Moretti e l’attaccante Mobou Diop.