SORBOLO MEZZANI (Parma) – Alla fine della partita col Ravenna terminata 0 a 0 per il girone D di Serie D, l’allenatore del Lentigione, Paolo Beretti, accetta il risultato: “Il nostro campionato passa anche da partite di questo genere. Il mancato rigore nel finale? Mi è parso che l’arbitro si sia messo il fischietto in bocca, poi ci ha ripensato. Per il resto sono stati bravi i ragazzi, abbiamo fermato una squadra reduce da quattro vittorie consecutive. Abbiamo fatto una partita conservativa e ho visto anche delle giocate di buona tecnica, la squadra c’è e combatte”. Non è del tutto soddisfatto il centrocampista Alessandro Pari, uno dei migliori insieme a Sabotic: “Un buon punto, ma se mi chiedete se sono contento rispondo ni, perché dobbiamo cercare di vincere. D’altra parte è stata una gara bloccata, intensa, contro una squadra forte. La cosa positiva è che siamo rimasto uniti, dopodiché arriverà il nostro momento. Mi dispiace essere uscito prima ma il dolore alla schiena era insopportabile”. Il giovane Christian Macchioni (foto di Barbara Bastoni), 20 anni, lo ha sostituito ed è stato costretto a giocare fuori ruolo: “Ho cercato di fare del mio meglio, ho avuto anche una possibilità importante, ma sono stato messo giù in area, ho sentito il contatto, per me era rigore”. L’allenatore del Ravenna, Massimo Gadda, commenta così la gara: “In un campo del genere, si può solo fare battaglie, non giocare a calcio. Ci portiamo a casa un punto, non abbiamo subito gol, per cui sono contento”.

Giorgio Pregheffi