Ci eravamo lasciati con il Carpi alle costole della capolista Ravenna e dopo la settimana delle tre partite nel girone D di Serie D la squadra di mister Cristian Serpini è scivolata a meno sei dai romagnoli che ieri calando un tris hanno legittimato la crisi della squadra carpigiana capace di raccogliere solo un punto casalingo con il San Giuliano City e due sconfitte. E’ andata sicuramente meglio al Lentigione che con due vittorie e una sconfitta è salita verso i piani alti della classifica agganciando a quota 15 punti il Carpi. E’ durata lo spazio di tre giorni la gioia della Victor San Marino da capolista e sorpresa indiscussa di questa prima parte di campionato. Il Ravenna, come si diceva sopra, si è ripreso il trono, e in zona playoff ci rimangono Imolese e Forlì, rispettivamente imbattute da nove e otto giornate. Ad entrarci è invece il Fanfulla che dopo la sconfitta interna con il Ravenna alla quarta giornata ha cambiato decisamente marcia. Rimanendo in ambito regionale alti e bassi per la Sammaurese, mentre il Corticella ha ripreso fiato con due vittorie. Quattro sconfitte consecutive e non succedeva da tanto tempo, hanno fatto precipitare il Mezzolara in zona playout dove sia il Progresso che il Borgo San Donnino restano attaccati al treno. Sulla panchina del parmensi, in particolare, mister Walter Vangioni ha raccolto quattro punti perdendo la sua prima partita ieri sul campo di un San Giuliano City tornato alla vittoria dopo tre giornate. Capitolo a parte quello della Pistoiese dove è tornato in panchina Luigi Consonni che ha debuttato con una vittoria di misura sul Certaldo.

(nella foto dalla pagina facebook del Ravenna, mister Massimo Gadda al termine della partita parla con l’ex Francesco D’Orsi e di fianco a loro l’altro ex Simone Saporetti che esce dal campo a testa bassa)