Dopo tredici giornate di domino assoluto (dieci vittorie e due pareggi), il primo scivolone della Cittadella Vis Modena ha fatto rumore, ma non troppo perchè la squadra di mister Francesco Salmi, nel girone A di Eccellenza da capolista mantiene un vantaggio ancora rassicurante sulla seconda in classifica, il Terre di Castelli, in serie utile da ben dieci giornate. Al terzo posto la Correggese con il debutto del nuovo mister, Claudio Gallicchio (foto), che si è tolto subito lo sfizio di battere appunto la Cittadella Vis Modena. Vedremo se saprà dare continuità ad una squadra costruita per tornare subito in Serie D ma che finora ha viaggiato tra alti e bassi. Ma c’è da parlare delle due squadre che chiudono il treno playoff: in ordine alfabetico la Brescello Piccardo dei suoi giovani talenti (6 i risultati utili consecutivi) e la Virtus Castelfranco che dopo la sconfitta interna con La Pieve Nonantola risalente allo scorso 17 settembre ha decisamente cambiato marcia non perdendo più da dieci giornate. In risalita le quotazioni del Nibbiano Valtidone che con l’avvento in panchina di Luca Rastelli è ai confini dei posti che contano e in deciso calo, invece, quelli dell’Agazzanese scesa dal secondo al sesto posto in classifica e che non vince più da sei giornate. Tra vittorie alternate a sconfitte stanno facendo il loro dignitoso cammino sia il Fabbrico che il Rolo con derby in programma sabato nell’anticipo, e lo stesso discorso vale per il Real Formigine per ora ancora fuori dai guai ma per un solo punto. Dopo un’ottimo avvio si è invece bloccata La Pieve Nonantola scivolata nei playout e che non conquista i tre punti da sette giornate. Per il Montecchio si poteva prevedere un campionato di sofferenza, mentre quello della Bagnolese sta diventando un calvario e vedremo se il nuovo mister Matteo Brandolini riuscirà ad invertire la tendenza negativa.