Nella prima giornata di ritorno, quella che riapre le danze dopo la sosta natalizia, nel girone A di Eccellenza la copertina se la prende la Bagnolese che con la seconda vittoria consecutiva, con una rosa ricostruita nel mercato invernale, torna a sperare in una salvezza che sembrava un chimera. I playout ora sono distanti sette punti e con i punti ancora in palio si può fare. Se veramente la Bagnolese è una squadra cambiata in positivo lo vedremo subito sabato prossimo nel testa e coda sul campo della capolista Cittadella Vis Modena che vince sul campo del Faro Gaggio e torna ad allungare sugli inseguitori che sono sempre gli stessi. Il Terre di Castelli che ha battuto un’Agazzanese in piena crisi ed ora sulle soglie dei playout, la Virtus Castelfranco di mister Francesco Cattani (foto da ParlandodiSport) che ha una serie utile di partite pazzesca, ben 15, la Correggese che ha perso terreno dopo il pareggio nel derby reggiano con il Fabbrico e il Nibbiano Valtidone che con Luca Rastelli in panchina ha cambiato decisamente marcia. La favorite per la vittoria finale sono queste, anche perchè dopo c’è uno scalino di otto punti dove si trova un Real Formigine che nonostante qualche passaggio a vuoto sta facendo un campionato sopra le righe e stesso discorso vale per la Brescello Piccardo. Il margine dalla zona rossa per entrambe rimane rassicurante e per il momento chi deve seriamente guardarsi alle spalle sono invece le squadre dal Fabbrico, 23 punti, in giù. Il blitz esterno del Montecchio, sul campo della Brescello Piccardo, ha riaperto uno scenario diverso dove oltre all’Agazzanese ci sono anche coinvolte la parmensi Colorno e Salsomaggiore, entrambe con un cammino deludente rispetto a quanto ci si aspettava. Il Rolo rientra nella zona calda, sconfitto al quinto di recupero dal Nibbiano Valtidone, a fare compagnia alla La Pieve Nonantola. Poi l’altro scalino di cinque punti per trovare le ultime tre della classe, Faro Gaggio, Fidentina e Bagnolese che però possono ancora giocarsi le loro carte.