Gianluca Zucchini (foto), difensore del Carpi, ha parlato con la stampa questo pomeriggio. Il 29enne centrale prelevato a dicembre dal Desenzano ha sin qui raccolto 9 presenze, le prime 4 da titolare (Rossini era infortunato) e le altre 5 da subentrato nei finali di gara per rinforzare la retroguardia. Dopo il successo sul Corticella, il Carpi è al terzo posto con 47 punti, nel girone D di Serie D, a -1 dalla coppia composta da Ravenna e Forlì. Questa domenica i biancorossi saranno di scena in Lombardia contro il Sangiuliano City, attualmente al decimo posto con 35 punti. I lombardi sono retrocessi dalla Serie C e nel 2024 hanno perso nell’ultimo turno contro l’Imolese, interrompendo una striscia di 10 risultati utili di fila. Siccome Rossini sarà squalificato, mister Serpini potrebbe proporre Zucchini in difesa di fianco a capitan Calanca. “Tutte le partite sono difficili a questo punto della stagione – ha detto Zucchini – e  ormai le cose positive fatte nelle ultime settimane non contano. Bisogna pensare solo alla sfida contro il Sangiuliano City. Loro arrivano da un periodo davvero positivo, nonostante la recente sconfitta per 1-0 contro l’Imolese. Anche noi siamo in un buon momento di forma e ci stiamo preparando molto bene. Penso che non sia cambiato niente rispetto a gennaio. Alcuni episodi non sono andati a nostro favore contro Prato e Borgo San Donnino. Siamo sempre rimasti concentrati e solo un gruppo unito come questo poteva risollevarsi da quel periodo complicato. Il mio bilancio a Carpi lo considero positivo. Mi sento come se fossi dentro una grande famiglia. Vista la classifica che è così corta, non so se questo campionato si deciderà all’ultima giornata. Intanto dobbiamo pensare a fare del nostro meglio questa domenica, poi lunedì tireremo le somme”.

(fonte e foto Santiago Favilla per radio5punto9.it)