di Giorgio Pregheffi

La puntata della rubrica “Amici del Lenz” condotta da Ettore Bergamaschi, responsabile della comunicazione del Lentigione, ha visto come protagonista Alberto Formato (foto di Barbara Bastoni), capitano e bomber della squadra, che proprio domenica scorsa contro la Sammaurese, nella decima giornata di ritorno del girone D di Serie D, ha festeggiato le 100 presenze proprio con la maglia del Lentigione alla sua maniera e cioè con un gol: “È stato bello, è la prima società con la quale raggiungo questo traguardo – ha detto Formato – e sono davvero contento di averlo fatto con un club importante”. Un traguardo centrato indossando la fascia da capitano: “Ho ereditato questa fascia – ha ricordato Alberto – da Tarantino e prima era stata di Zagnoni, un grande giocatore, col quale sono sempre in contatto. Sento una certa responsabilità e so di essere un punto di riferimento della squadra”. Dopo queste considerazioni ecco il curriculum di Formato: nato a Carpi il 5 giugno 1993, come giocatore si è formato proprio nel Carpi, poi ha giocato con Castelfranco, Meletolese, Casalgrandese, Rolo e Bagnolese e poi l’approdo a Lentigione: “Sono tutte esperienze importanti, in particolare i due anni a Bagnolo mi hanno fatto crescere, grazie all’allenatore Gallicchio e a tutti i miei compagni”. Col Lentigione, oltre alle 100 presenze ha segnato 46 gol, che hanno portato il suo totale nel girone D di Serie D a 76 gol, secondo solo a Manuel Pera, che ne ha fatti 85, come ha sottolineato Bergamaschi: “Spero di arrivare a 50 reti col Lentigione in questo campionato e poi di superare anche in questa speciale classifica Pera”, questo il pensiero del bomber, che ha poi risposto con la solita franchezza ad alcune domande dei giornalisti. Circa la presunta crescita da giocatore con la fascia di capitano, ecco le obiezioni di Formato: “Ripeto, sono orgoglioso di questo, ma la fascia non aiuta migliorare le prestazioni”. Sul fatto che bomber si nasca o si diventi, Formato è perentorio: “Bomber si nasce, il gol ce l’hai nel DNA. Potevo fare il professionista? Quando si gioca si cerca sempre di fare il massimo, tuttavia questa dimensione mi sta bene, per cui non ho rimpianti. Il Lentigione può vincere il campionato? Siamo in buona posizione, ci proviamo poi si vedrà. Una cosa è certa: dobbiamo mantenere la solita spensieratezza”. Un’annotazione che va a merito di Alberto Formato: oltre a fare il calciatore con grande profitto, è anche un apprezzato geometra e al mattino si alza alle 6 per andare sui cantieri. Complimenti anche per questo, Alberto Formato.