BAGNOLESE – REAL FORTE QUERCETA 0 – 0

BAGNOLESE (4-3-1-2): Auregli; Bonacini (44’ st Sidibe), Uni, Cocconi, Marco Saccani; Calabretti (33’ st Riccelli), Vezzani, Romanciuc (48’ st Tinarelli); Marani; Tzvetkov, Salvatore Ferrara (46’ st Pio Ferrara). A disposizione: Giaroli, Mora, Parracino, Palma, Mercadante. Allenatore: Gallicchio.

REAL FORTE QUERCETA (4-3-1-2): Raspa; Betti (23’ st Rosati), Tognarelli, Masi, Giubbolini; Bortoletti, Bernardini, Bertipagani (1’ st Meucci); Bartolini; Verde, Pegollo. A disposizione: Pastine, Bianchi, Romiti, Bucchioni, Ceccarelli, Lazzoni, Bertozzi. Allenatore: Venturi.

ARBITRO: Verrocchi di Sulmona (Mongelli di Chieti e Giancristofaro di Lanciano).

NOTE: prima della partita osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime della tragedia accaduta a Cutro. Pomeriggio di sole ma a tratti disturbato da un vento leggero e terreno di gioco sconnesso e con diverse zone prive d’erba. Spettatori 150 circa. Ammoniti: Bertipagani e Giubbolini del Real Forte Querceta. Angoli: quattro a quattro. Recuperi: 1’ pt e 3’ st.

BAGNOLO IN PIANO (Reggio Emilia) – In totale emergenza perché falcidiata da ben otto assenze, la Bagnolese strappa un punto a reti inviolate al Real Forte Querceta. Un pareggio che tiene inchiodati al penultimo posto i rossoblù nel girone D di Serie D, ma dai quali era veramente impossibile pretendere di più. Tra infortuni (Bruno, Sakaj, Sakoa, Savino e Quitadamo) e squalifiche (Bertozzini, Capiluppi e Ghizzardi), il tecnico Claudio Gallicchio è stato costretto più che mai a fare di necessità virtù chiedendo almeno a Cocconi dolorante ad una caviglia ed al febbricitante Marco Saccani di stringere i denti oltre ad adattare il centrocampista Bonacini all’inedito ruolo di esterno destro basso di difesa. E con così tante difficoltà la Bagnolese ha cercato principalmente di non prendere gol per evitare almeno la sconfitta, limitando al massimo un Real Forte Querceta apparso sia per merito dei rossoblù che per demeriti propri non nella sua giornata migliore. Fino all’intervallo praticamente niente da segnalare, mentre nella ripresa Salvatore Ferrara al 12’ ha impegnato Raspa direttamente da corner ed al 18’ Auregli (foto) ha abbrancato una girata di testa di Bortoletti su traversone di Bartolini. Tutta qua la sintesi di una gara molto contratta e dai ritmi piuttosto blandi, dove la Bagnolese ha comunque fatto il massimo delle sue ristrette possibilità ed il Real Forte Querceta ha quasi dato l’impressione di adattarsi per rientrare con un punto che lo tiene ancora a distanza da rischi di classifica. Per forza di cose bicchiere mezzo pieno per la Bagnolese, anche se il blitz esterno sul terreno dello United Riccione ha permesso allo Scandicci di portarsi ora tre punti sopra proprio alla vigilia dello scontro diretto. Con anche un divario di punti superiore a quello consentito dal regolamento rispetto alla sestultima posizione è ovvio che la situazione resti precaria per la Bagnolese, a conferma ancora di una virtuale retrocessione diretta in Eccellenza se il campionato fosse finito oggi. Nel finale da segnalare il debutto in Serie D per Sidibe, classe 2003 direttamente dalla Juniores Nazionale.

Luca Cavazzoni