CARPI – PISTOIESE 1 – 1

RETI: p.t. 39′ Calanca (C); s.t. 33′ Florentine (P).

CARPI (4-3-1-2): Balducci; Casucci (28′ s.t. Sabattini), Boccaccini, Calanca, Navarro; Beretta, Yabrè, Ranelli (38′ s.t. Olivieri); Cicarevic (20′ s.t. Bouhali); Arrondini (44′ s.t. Villa), Sall (32′ s.t. Stanco). (Lusetti, Cestaro, Dominici, Mollicone). All.: Bagatti.

PISTOIESE (4-3-3): Urbietis; Pertica (28′ s.t. Florentine), Biagioni, Urbinati, Arcuri; Mehic, Caponi, Davì (22′ s.t. Basani); Citro, Ortolini, Macrì. (Magri, Corado, Di Biase, Di Matteo, Evangelista, Viscomi, Sighinolfi). All.: Cascione.

ARBITRO: Catanzaro di Catanzaro (Scribani di Agrigento e Di Dio di Caltanisetta).

NOTE: spettatori 600 circa. Le squadre sono state accompagnate in campo dai bambini della Scuola ‘Figlie della Provvidenza’. Ammoniti: Ranelli, Pertica e Sall, Angoli: 3 a 5. Recuperi: 2′ p.t. e 5′ s.t.

CARPI – Dopo quattro vittorie consecutive il Carpi perde i primi punti casalinghi nella nona giornata di andata del girone D di Serie D al cospetto della Pistoiese una delle favorite. Un pareggio beffardo e nel quale ci ha messo del suo anche l’arbitro annullando la rete del raddoppio validissima al Carpi ad inizio ripresa. Una partita che i padroni di casa meritavamo assolutamente di vincere. Squadra che vince non si cambia, così mister Massimo Bagatti conferma in toto l’undici che sette giorni fa ha sconfitto il Forlì. Primo tempo che il Carpi chiude meritatamente in vantaggio sia per il gioco sia per quanto creato. Al 7′ scambio tra Sall e Cicarevic con conclusione dal limite centrale. L’unica azione degna di nota dei toscani nella prima frazione è al 14′ con Caponi che serve Ortolini con diagonale telefonato per la facile parata di Balducci. Al 19′ ci vuole un miracolo di Urbietis per evitare il vantaggio del Carpi sulla spizzicata di testa di Sall che era stato imbeccato da Beretta. Al 34′ altra clamorosa occasione gettata al vento con Beretta che solo davanti al portiere in posizione defilata la mette incredibilmente sul fondo. Al 38′ nasce il vantaggio da un destro di Sall dalla distanza messo in angolo in tuffo da Urbietis. Dal successivo corner calciato dal Ranelli stacco vincente del difensore centrale Alessandro Calanca (foto) che la mette nel sette. La ripresa si apre ancora all’insegna del Carpi che al 7′ ha una buona opportunità con Cicarevic che da buona posizione alza troppo la mira. Un minuto dopo ci mette del suo il direttore di gara con un errore da matita blu: Urbietis rinvia con palla sulla schiena di Sall e che poi termina in rete. La decisione assurda è l’annullamento di un gol regolare per un fallo sul portiere che non esiste con annesso cartellino giallo per l’attaccante del Carpi che tra l’altro era posizionato fuori dall’area di rigore e a distanza regolamentare dal portiere della Pistioese. Con la Pistoiese che non si rende mai pericolosa e controllata senza patemi al 26′ altra opportunità per il Carpi che nasce ancora da un angolo calciato da Ranelli con colpo di testa di Boccaccini e successivo tentativo di Calanca sempre di testa che termina sul fondo. Al 33′ arriva la beffa: azione insistita sulla sinistra di Caponi con sul secondo palo solo soletto Florentine che di testa insacca per il pareggio dei toscani. Al 41′ il Carpi ha l’ennesima palla gol sprecata stavolta da Arrondini che solo davanti a Urbetis calcia sul portiere in uscita dopo una bella combinazione tra Stanco e Olivieri. Ma bisogna stare attenti alle ripartenze dei toscani che si rendono pericolosi su un traversone di Citro che Macrì di testa svirgola a due passi dalla porta. Le speranze del Carpi si spengono nell’ultimo minuto di recupero quando su un traversone millimetrico di Beretta è Stanco di testa a colpire l’incrocio dei pali.