FANFULLA – CARPI  3 – 1 

Reti: p.t. 35′ Siani (F), 37′ De Angelis (F); s.t. 32′ Bignami (F), 42′ s.t. Laurenti su rigore (C).

FANFULLA (3-5-2): Cizza; Souto, Bettoni, Bignami; Magnaldi, Rosa, Cazzaniga, Confalonieri (33′ s.t. Mecca), Bernardini; Siani (51′ s.t. Colonna), De Angelis (43′ s.t. Lusha). (Colnaghi, Cabri, Vitanza, Napoli, Donnemma, Ouaqit). All. Bonazzoli.

CARPI (4-3-1-2): Balducci; Casucci, Boccaccini, Calanca, Dominici (34′ s.t. Ferraresi); Yabrè, Bouhali (9′ s.t. Laurenti), Beretta (34′ s.t. Villa); Cicarevic (23′ s.t. Stanco); Arrondini (9′ s.t. Olivieri), Sall. (Kivila, Sabattini, Cestaro, Navarro). All.: Bagatti.

ARBITRO: Leotta di Acireale (Pacifici di Arezzo e Pignatelli di Viareggio).

Il Carpi da trasferta continua a fare acqua come una nave crivellata di colpi e sulle sette finora giocate nel girone D di Serie D sul campo del Fanfulla è arrivato quarto ko lontano dal Cabassi. A Lodi la squadra di mister Massimo Bagatti gioca 35’ di spessore, si divora i soliti 3 o 4 gol e poi viene colpito due volte in 2’, senza avere più nessuna reazione degna di una squadra che vuole puntare in alto. Un ruolino di marcia da invertire se si vuole puntare in alto. Dopo la prima rete di Siani è calato il buio più totale con il raddoppio del centravanti dei lombardi De Angelis che è arrivato dopo neanche due minuti. Il Carpi sparisce dal campo, non riesce ad organizzare una reazione degna di tal nome ed incassa ancora, fino a trovarsi sotto di tre gol con la rete di Bignami a mettere in ghiaccio i tre punti. Non possono di certo consolare i cento supporters al seguito il gol della bandiera (nella foto) realizzato dal dischetto da Laurenti, nè i mezzi passi falsi di Giana (ora a +3), Aglianese (+1). L’espulsione nel finale di Yabrè completa la giornata tutt’altro che esaltante in casa biancorossa.

(si ringrazia Modena Today)