MEZZOLARA – LENTIGIONE 2 – 1 

RETI: p.t. 26′ Frignani (M); s.t. 35′ La Vigna (L), 39′ D’Este (M).

MEZZOLARA: Malagoli, Mari, Garavini, Bovo, Fiore, De Meio, Frignani (47′ s.t. Dalmonte), Roselli (9′ s.t. Bertani), Fiorentini (13′ s.t. D’Este), Landi, Jassey. (Wangue, Cavina, Dall’Osso, Cuoghi, Benedettini, Russo). All.: Nesi.

LENTIGIONE: Marconi, Iodice, Roma (33′ s.t. Lattarulo), Tarantino, Sala (29′ s.t. Micheal), Formato, Matteo Cortesi, Ofoasi (17′ s.t. Farinelli), Moretti, Bonetti, Rossi (11′ s.t. La Vigna). (Lugli, Vecchi, Egharevba, Panzacchi, Bertolotti). All.: Beretti.

ARBITRO: Grieco di Ascoli Piceno (El Hamdaoui di Novi Ligure e Trusendi di Genova).

NOTE: spettatori 350 circa. Ammoniti: Moretti, Matteo Cortesi, Tarantino, il mister del Lentigione, Paolo Beretti, il mister del Mezzolara, Michele Nesi e Lattarulo. Angoli 4 a 1. Recuperi: 0′ p.t. e 7′ s.t.

BUDRIO (Bologna) –  Un crisi che pare non trovare una soluzione quella del Lentigione che nel recupero della sesta giornata di andata del girone D di Serie D incassa la seconda sconfitta consecutiva e quarta stagionale e con un penultimo posto in classifica che lascia sbalorditi. Secondo ko in altrettante apparizioni in panchina anche per mister Paolo Beretti che non ha ancora riuscito a dare la scossa decisiva per raddrizzare una stagione iniziata nel peggiore dei modi. Vittoria invece strameritata per il Mezzolara opposto ad un Lentigione per larghi tratti della partita ha subìto la supremazia territoriale degli uomini di mister Nesi, riuscendo ad impattare provvisoriamente in una delle rarissime opportunità avute, ancora alla ricerca di un’identità e, soprattutto, dei tre punti che in questa prima parte di campionato sono ancora arrivati. La partita è ripartita dal 16′ del primo tempo, ovvero dal momento in cui si era interrotto il gioco per soccorrere mister Eugenio Benuzzi colto da malore, ma che ad oggi sta decisamente meglio pur essendo ancora ricoverato al Sant’Orsola di Bologna, Al 21′ occasionissima per il Mezzolara: Jassey verticalizza per Frignani che calcia verso la porta, Marconi smorza il pallone che lentamente carambola verso la rete, ma Tarantino spazza prima che la sfera possa oltrepassare la linea di porta. Al 26′ Frignani si riscatta con una rovesciata, all’altezza del limite dell’area piccola, che sorprende sul palo di destra Marconi, ed il Mezzolara così sblocca il risultato. Al 36′ Fiorentini brucia due difensori sullo scatto, si decentra sulla destra e calcia in porta, Marconi in un qualche modo riesce a respingere, l’azione prosegue con Jassey che però calcia alle stelle. Ad inizio ripresa, pronti via e Sala impegna Malagoli, costretto a deviare in corner. Al 10′ Bertani calcia un forte rasoterra dal limite dell’area, bravissimo Marconi a tuffarsi sulla sua destra ed a respingere, l’azione prosegue con Landi che, ricevuta palla dai venti metri, sfiora di un niente l’incrocio dei pali. Al minuto 35 l’incredibile pareggio del Lentigione: Formato spizza di testa per Micheal con Malagoli che in uscita lo anticipa in spaccata al limite dell’area, la palla arriva a centrocampo a Nicolas La Vigna (foto di Barbara Bastoni) che, con il portiere ancora fuori dai pali, tenta la conclusione impossibile che si infila sotto la traversa. Quattro minuti dopo il nuovo e meritato vantaggio del Mezzolara: Bertani conclude verso la porta, Marconi respinge, D’Este sulla ribattuta è il più lesto a mettere la palla in fondo alla rete. Al 46′ Matteo Cortesi, ex di turno insieme a Sala, ha la palla favorevole per il pareggio, cerca il colpo al volo dal limite ma il tiro è da dimenticare. Al 49′ D’Este segna un gran gol dal vertice destro dell’area, ma l’assistente segnala un dubbio offside.

si ringrazia Mirco Mariotti di EmiliaRomagna Sport

CLASSIFICA AGGIORNATA

GIANA ERMINIO 20 punti, AGLIANESE 18, CARPI, FORLI E REAL FORTE QUERCETA 16, FANFULLA 15, RAVENNA 13, PISTOIESE E SAMMAURESE 12, MEZZOLARA 11, CORTICELLA E UNITED RICCIONE 10, PRATO 9, CREMA 6, BAGNOLESE, CORREGGESE, SALSOMAGGIORE E SANT’ANGELO 5, LENTIGIONE E 4, SCANDICCI 3.