CORTICELLA – BAGNOLESE 1 – 2

RETI: pt 14’ Tzvetkov (B); st 16’ Capiluppi (B), 33’ Salvatori (C).

CORTICELLA (4-2-3-1): Rossini; Mambelli (20’ st Tcheuna), Chmangui, Essel (7’ st Amayah), Ercolani; Menarini, Marchetti (26’ st Salvatori); Oubakent (37’ st Trombetta), Campagna (7’ st Bonetti), Larhrib; Leonardi. A disposizione: Giallombardo, Luscietti, Casazza, Rinieri. Allenatore: Miramari.

BAGNOLESE (4-3-3): Auregli; Ghizzardi, Bertozzini, Cocconi, Capiluppi; Romanciuc (29’ st Parracino), Vezzani (45’ st Riccelli), Calabretti; Tzvetkov (35’ st Mhadhbi), Pio Ferrara (39’ st Uni), Salvatore Ferrara (23’ st Marco Saccani). A disposizione: Giaroli, Rustichelli, Bruno, Mercadante. Allenatore: Gallicchio.

ARBITRO: Papi di Prato (Tranchida di Pisa e D’Ottavio di Roma 2).

NOTE: pomeriggio di sole con terreno allentato. Spettatori: 200 circa. Ammoniti: Oubakent del Corticella, Ghizzardi, Capiluppi,
Vezzani e Pio Ferrara della Bagnolese. Angoli: otto a tre per il Corticella. Recuperi: 0’ pt e 5’ st.

BOLOGNA – La Bagnolese non vinceva in trasferta dall’ultimo turno dello scorsa stagione di Serie D contro l’Aglianese. I rossoblù sbancano il “Biavati”, trovando a spese della rivelazione Corticella dell’ex Leonardi il loro primo successo esterno del campionato. Tre punti che consentono all’undici di Claudio Gallicchio di abbandonare il penultimo posto della classifica, facendo irruzione in zona playout. La Bagnolese ha segnato un gol per tempo a suggellare un’ora di gara giocata a buoni livelli, mentre nel finale c’è stato forse un po’ troppo da soffrire ma stringendo i denti e mettendoci forza di volontà è stato rintuzzato il ritorno del Corticella. In terra bolognese mister Gallicchio ha tratto giovamento dai rientri da squalifica di Bertozzini e di Salvatore Ferrara, con l’unico assente che era Marani per infortunio. Le principali novità a livello di scelte hanno riguardato il centrocampo pieno zeppo di baby, col classe 2004 Romanciuc alla prima da titolare in questa stagione e con Vezzani che pare sempre più a proprio agio nel nuovo ruolo di playmaker. Rossoblù in vantaggio al 14’ al primo affondo: angolo di Salvatore Ferrara, di testa allunga Capiluppi, da sottomisura tap-in di Tzvetkov. Da poco superata la mezzora doppio rischio per i rossoblù: al 33’ Oubakent li grazia sparando sull’esterno della rete da buona posizione, mentre al 35’ è bravo Auregli in uscita a chiudergli lo specchio della porta prima di calciare a botta sicura. Ma la chance più ghiotta è della Bagnolese quando al 40’ Salvatore Ferrara parte in solitudine a tutta velocità, ma indisturbato s’allunga poi troppo il pallone favorendo l’uscita dell’ex granata Rossini. Nella ripresa la Bagnolese pare chiudere i giochi al 16’ con la perentoria inzuccata di Capiluppi (foto) su lungo spiovente di Salvatore Ferrara, ma al 33’ il da poco entrato Salvatori raccoglie al centro dell’area una corta respinta e costringe i rossoblù a soffrire per centrare quella che sarà una liberatoria vittoria.

Luca Cavazzoni