L’United Riccione, quattordicesimo in classifica nel girone D di Serie D, dopo un avvio brillante ora non sta vivendo un buon momento: “Abbiamo delle difficoltà – ammette l’allenatore Mattia Gori (foto dalla pagina facebbok della società) – e abbiamo fatto un punto nelle ultime tre partite. Qualche episodio ci ha penalizzato: con lo Scandicci ci siamo fatti rimontare per una ingenuità e a Crema certe decisioni arbitrali sfavorevoli con un’espulsione e la mancata concessione di due rigori cui si è aggiunto l’infortunio di Padovan hanno indirizzato la partita in un certo modo”. Domani nella quindicesima giornata l’United Riccione affronta sul proprio terreno la Correggese e per mister Gori è un tuffo nel passato: “A Correggio sono stato benissimo ho avuto e ho un grande rapporto con tutti dal segretario al magazziniere, è stato anche un anno difficile a causa del Covid con lo stadio senza pubblico. La Correggese attuale è una squadra forte, che è in difficoltà per i tanti infortuni e squalifiche, ma ha giocatori di spessore come Ferretti, Villanova, Manuzzi, per il quale stravedo, Gozzi, Pupeschi, tanto per citarne alcuni e sono sicuro che risalirà la classifica. È una partita complicata per noi”. Per l’occasione non ci saranno Ferrara, squalificato, e Padovan, infortunato, ovvero i due attaccanti titolari, inoltre è out il difensore centrale Scrosta. In compenso rientra capitan Benedetti.

(Giorgio Pregheffi)