LENTIGIONE – GIANA ERMINIO 1 – 1

RETI: pt 45’ su rigore Formato (L), st 32’ Fumagalli (G).

LENTIGIONE (3-5-2): Marconi; Rossini, Moretti, Sabotic; Nicolas Cortesi, Muro, La Vigna (36’ st Roma), Rossi, Bonetti (39’ st Panzacchi); Formato (42’ st Micheal), Cortesi (23’ st Sala). (Lugli, Iodice, Ofoasi, Farinelli, Bertolotti). All.: Beretti.

GIANA ERMINIO (3-5-2): Pirola; Perico (14’ st Corno), Colombari, Minotti; Caferri, Lamesta (23’ st Fumagalli), Marotta, Pinto (14’ st Mandelli), Messaggi (36’ st Brioschi); Perna, Ballabio (14’ st Calmi). (D’Aniello, Bassani, Ghilardi, Previtali). All.: Chiappella.

ARBITRO: Silvio Torreggiani di Civitavecchia (Piccinini di Ancona e Moretti di San Benedetto del Tronto).

NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: Perico (G), Sabotic, Muro, Marconi, Sala (L), Angoli 3 a 5. Recupero: 1’ pt e 5’ st.

di Giorgio Pregheffi

SORBOLO MEZZANI (Parma) – Nella dodicesima giornata del girone D di Serie D, il Lentigione gioca alla pari con la capolista Giana Erminio e ottiene un punto meritato grazie alla migliore prestazione stagionale. Il Lentigione è apparso in salute ed è andato in vantaggio quasi allo scadere del primo tempo grazie ad un rigore conquistato e trasformato dal bomber Alberto Formato (nella foto di Barbara Bastoni mentre festeggia insieme a Rossi), arrivato al suo settimo sigillo. Nella ripresa cala il Lentigione e la Giana Erminio per merito dei cambi effettuati diventa padrona del campo e raggiunge il pareggio, poi sfiora addirittura il sorpasso. La prima occasione è per il Lentigione: colpo di testa di Rossi, fuori di poco. Al 7’ bella imbucata di Lamesta per Messaggi che scatta con i tempi giusti ma poi spedisce fuori con un sinistro troppo angolato. Al 12’ azione insistita di Cortesi e traversone per Formato che salta ma non ci arriva. Al 34’ punizione di Lamesta e Perna va sul pallone ma poi tira sull’esterno della rete. Proprio allo scadere, al 45’ Formato in piena area cerca di liberarsi di Colombara che lo atterra proprio davanti all’arbitro che indica il dischetto. Lo stesso Formato trasforma con sicurezza. Si passa alla ripresa e la Giana prende decisamente l’iniziativa e al 7’ va al tiro con Caferri e respinge Marconi. Il Lentigione subisce ma tiene, la svolta avviene con l’innesto di forze fresche da parte di mister Chiappella. Fumagalli in particolare è scatenato e al 31’ imbeccato da Calmi scaglia un tiro fortissimo, Marconi vola e devia in angolo. Dalla bandierina la palla arriva ancora a Fumagalli che controlla con qualche difficoltà poi infila Marconi. Al 43’ Fumagalli, sempre lui, regala un assist a Calmi, che solo davanti a Marconi di sinistro manda incredibilmente a lato. Sarebbe stata una beffa per il Lentigione che fa un altro passettino in avanti e domenica farà visita al Carpi.