CARPI – SAMMAURESE 4 – 0 

RETI: p.t. 37′ Tcheuna, 44′ Saporetti; s.t. 5′ Mandelli, 15′ Sall.

CARPI (4-3-1-2): Viti; Tcheuna, Bouhali, Calanca, Cecotti (42′ s.t. Sabattini); D’Orsi (21′ s.t. Larhrib), Mandelli (33′ s.t. Ofoasi), Forapani; Cortesi (15′ s.t. Rossi); Sall (36′ s.t. Quarena), Saporetti. (Rinaldini, Verza, Laamane, Arrondini). Allenatore: Mirko Magistro (squalificato Cristian Serpini).

SAMMAURESE (4-3-3): Molinaro; Bolognesi, Morri, Scanagatta, Iodice (33′ s.t. Sedioli); Tamai (9′ s.t. Misuraca), Campagna, Nisi (9′ s.t. Montesi); Gasperoni, Maltoni (28′ s.t. Di Novella), Cecconi (9′ s.t. Capicchioni). (Ravaioli, Casadei, Gambino, Guidi). Allenatore: Mirko Taccola.

ARBITRO: Angelo di Marsala (Licari di Marsala e Giuliani di Barcellona Pozzo di Gotto).

NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti: Iodice, Mandelli, D’Orsi e Tcheuna. Angoli: 6 a 8. Recupero: 2′ p.t. e 5′ s.t.

CARPI – Il Carpi riscatta subito il passo falso con il Progresso dominando dall’inizio alla fine e vincendo con merito su una Sammaurese alla quinta sconfitta consecutiva. Carpi che grazie agli altri risultati favorevoli scala posizioni e rientra nella griglia playoff del girone D di Serie D. Rispetto alla gara persa con i bolognesi tre variazioni nell’undici di partenza del Carpi, in campo con una tenuta da gioco nuova tutta nera e scritte in oro: tra i pali torna Viti per Rinaldini e in difesa Tcheuna prende il posto di Verza e per la prima volta vista anche l’assenza di Frison, centrale difensivo gioca Bouhali. Nel primo tempo c’è solo Carpi con la Sammaurese arroccata dietro per cercare di portare a casa il punticino. Al 2′ sinistro di Saporetti respinto in tuffo da Molinaro poi al minuto 8 D’Orsi lancia Saporetti che viene anticipato al limite dell’area di rigore dall’uscita con i piedi di Molinaro. Al 19′ ancora Molinaro chiude in uscita bassa su Cortesi e al 27′ un rimpallo favorisce Sall che da due passi però un inquadra la porta. Al 37′ arriva il meritato vantaggio del Carpi: sinistro di D’Orsi dal limite respinto in tuffo da Molinaro, ma stavolta sulla ribattuta Rodrick Tcheuna (foto di Daniele Lugli nel momento scocca il tiro vincente) insacca a porta vuota. Al 42′ ancora protagonista il portiere del romagnoli quando Bouhali lancia Saporetti che solo davanti a Molinaro gli calcia il pallone addosso. Saporetti di fa perdonare due minuti dopo un destro dal limite che si insacca all’incrocio dei pali per il raddoppio. Solo in chiusura di tempo la Sammaurese si crea una opportunità sprecata malamente dal rientrante Gasperoni che invece di tirare in porta cerca un compagno a centro area agevolando il compito alla difesa dei padroni di casa. Stesso copione ad inizio ripresa con Sall che sfiora subito il terzo gol su una indecisione tra Molinaro e Morri, ma a mettere le cose a posto ci pensa Mandelli con un diagonale millimetrico che si infila nell’angolino basso. A questo punto mister Taccola della Sammaurese ne cambia tre in  un colpo solo per cercare di invertire la rotta. Ma serve a poco perchè il Carpi insiste e cala la quaterna: lancio di Mandelli per Sall che vince il duello con Scanagatta e la piazza sotto la traversa. Partita in cassaforte a doppia mandata. Infatti con una mezzoretta di anticipo e una Sammaurese ormai disarmata la partita diventa una passerella per il Carpi.