PRATO – LENTIGIONE 2 – 1

RETI: s.t. 9′ Nanni su rigore (L), 36′ Carlesi (P), 45′ Oliverio (P).

PRATO (4-2-3-1): Fogli; Stickler, De Pace, Angeli, Lambiase; Gemignani, Trovade, D’Agostino (42′ s.t. Oliverio), Cela, Limberti (29′ s.t. Carlesi); Tedesco (12′ s.t. Santarpia e dal 50′ s.t. Vitale). (Balducci, Strada, Casucci, Nocentini, Moussaid). Allenatore: Novelli.

LENTIGIONE (4-3-3): Rizzuto; Martini, Nava, Sabotic, Cortesi; Grifa (27′ s.t. Manzotti), Battistello, Nappo; Nanni (42′ s.t. Bocchialini), Montipò (12′ s.t. Formato), Sala (27′ s.t. Roma). (Zovi, Bonetti, Capiluppi, Pari, Turri). Allenatore: Beretti.

ARBITRO: Gambacurta di Enna (Minutoli di Messina e Bonaccorso di Catania).

Si ferma a sei la serie di vittorie consecutive del Lentigione, nel girone D di Serie D, che dopo essere passato in vantaggio e sprecato le occasioni per allungare viene ribaltato nel finale dal Prato. Primo tempo abbastanza avaro di reali emozioni. Sono i padroni di casa a fare la partita e ad iniziare con il piglio giusto. Al 7’ Angeli con un bel colpo di testa sugli sviluppi di un corner sfiora il palo. Al 10’ è Tedesco, sempre di testa, a costringere alla parata plastica Rizzuto. Al 14’ Gemignani libera al tiro dal limite Trovade, ma il pallone viene deviato in angolo da un difensore. E’ comunque il Prato a sembrare più intraprendente. Cela ci prova al 24’ con un tiro che non crea affanni all’estremo difensore ospite. E’ Ancora Rizzuto, al 40’ a smanacciare in angolo una bella conclusione di De Pace. Nella ripresa al 9′ il Lentigione passa subito in vantaggio: conclusione dal limite di Cortesi e tocco di mano dubbio di Angeli che induce il direttore di gara ad assegnare la massima punizione agli ospiti. Dal dischetto Leonardo Nanni (foto di Barbara Bastoni) non perdona e porta in vantaggio i suoi battendo Fogli. E’ una brutta doccia fredda per gli uomini di mister Novelli, che però non si perdono d’animo. La fortuna stavolta sorride anche al Prato, visto che prima Sala al 13′ e poi Nanni al 18′ colpiscono entrambi il palo interno, graziando i biancazzurri. E’ il campanello d’allarme che suona ulteriormente la carica per i padroni di casa, pronti a lanciarsi in avanti alla ricerca del pari. Al 36′ Lambiase scodella in area un pallone, sponda di D’Agostino e Carlesi insacca il pareggio al debutto in Serie D. Nei minuti finali succede di tutto. Al 45′ Santarpia si incunea al limite dell’area, conclusione strozzata che finisce sui piedi di Oliverio, tutto solo e bravo a mantenere la giusta freddezza e ad insaccare il gol vittoria. Nei minuti di recupero arriva poi prima un rosso a Battistello (fallo a metà campo) e poi l’espulsione di Lambiase, ma il risultato non cambia e sono tre punti preziosissimi per i toscani.

(fonte La Nazione)