Per il Ravenna, capolista del girone D di Serie D, parlano i numeri: in 22 partite giocate sinora, ne ha vinte 13, pareggiate 7 e perse solo due. Trentotto i gol fatti e appena nove quelli subiti. Nonostante questo ruolino di marcia davvero importante non è riuscito a fare il vuoto: “Il motivo è semplice – spiega l’allenatore ravennate Massimo Gadda (foto dalla pagina facebook della società) – questo campionato è molto equilibrato e siamo davanti ma tutto è ancora aperto. Le prime 5 o 6 squadre sono in grado di vincere, in particolare Carpi e Forlì mi sembrano le nostre avversarie più agguerrite. Detto questo, sono molto contento del nostro percorso anche perché abbiamo valorizzato alcuni giovani con potenzialità importanti, a cominciare dal reggiano Mattia Marino, che abbiamo cercato e voluto”. Domani nella sesta giornata di ritorno, il Ravenna ospiterà al “Benelli” il Lentigione, con il quale ha pareggiato all’andata 0 a 0: “Il Lentigione è un’altra squadra rispetto ad allora – sottolinea mister Gadda – aveva iniziato la stagione con qualche difficoltà e ha fatto una partita conservativa. Ha poi trovato l’assetto e ha fatto molto bene. In attacco in particolare ha giocatori di qualità come Formato, Nanni, Sala e Montipò, quindi prevedo una gara aperta e si potrà anche vedere bel gioco. La formazione? Mancherà Sabbatani, che è squalificato, per il resto ho tutti a disposizione”.

Giorgio Pregheffi