BAGNOLESE – RAVENNA 1 – 0

RETE: st 28’ Salvatore Ferrara

BAGNOLESE (4-3-3): Auregli; Ghizzardi, Bertozzini, Cocconi, Capiluppi; Romanciuk, Vezzani, Calabretti (36’ st Bonacini); Pio Ferrara (33’ st Uni), Salvatore Ferrara (47’ st Mhadhbi), Tzvetkov (30’ st Saccani). (Giaroli, Rustichelli, Riccelli, Marani, Mercadante). All.: Gallicchio.

RAVENNA (4-3-3): Venturini; Grazioli (31’ st Carrasco), Pipicella, Terigi, D’Orsi; Sabelli (17’ st Lisi), Lussignoli, Spinosa; Abbey, Guidone (35’ st Rivi), Marangon (Fontanelli, Spezzano, Gigli, Magnanini, Bachini, Andreani). All.: Gadda.

ARBITRO: Anna Frazza di Schio (Beggiato di Schio e Ferhati di Latina).

NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti: Pipicella e Lussignoli, Bertozzini, Vezzani e Saccani. Angoli 2 a 5. Recupero 1’ pt e 5’ st. Tutti i giocatori e i componenti della terna arbitrale sono scesi in campo con un segno rosso sulla faccia come solidarietà per la giornata contro la violenza sulle donne.

di Giorgio Pregheffi

BAGNOLO IN PIANO (Reggio Emilia) – Nella quindicesima giornata del girone D di Serie D, la Bagnolese batte di misura il Ravenna con un gol “mondiale” di Salvatore Ferrara e conquista la seconda vittoria consecutiva e il terzo risultato utile di fila. Non è stata una bella partita, la Bagnolese ha avuto il merito di contenere le iniziative degli ospiti nel primo tempo, quando hanno esercitato una certa supremazia territoriale, poi ha colpito al momento giusto con Salvatore Ferrara e nell’ultimo quarto d’ora si è difesa con i denti, per la verità senza soffrire troppo. La prima occasione è per gli ospiti al 7’: corner di Marangon, a centro area Abbey di controbalzo tira alto. Al 13’ punizione di Salvatore Ferrara, testa di Capiluppi fuori. Ci sono poi due conclusioni a lato prima di Abbey, uno dei più vivaci, poi di Lussignoli. Al 42’ mischia in area bagnolese, tiro di Abbey respinto da Auregli, poi tiro deviato in angolo di Grazioli. Si passa alla ripresa ed è la Bagnolese ad essere più intraprendente e al 3’ e al 7’ ci sono due atterramenti sospetti di Pio e Salvatore Ferrara. Al 19’ avanza sulla corsia di destra Ghizzardi e pennella un cross che Tzvetkov a centro area impatta bene ma la sua deviazione va a lato di poco. Al 28’ il capolavoro: Salvatore Ferrara (nella foto d’archivio in maglia rossoblu) va via veloce sulla sinistra poi stringe, salta in successione Grazioli e Pipicella, poi sgancia un siluro che gonfia la rete e che Venturini può solo guardare. Un gol strepitoso, quasi “mondiale”, visto che assomiglia, anche se segnato sul versante sinistro, a quello del Giappone ai mondiali in svolgimento in Qatar. La reazione del Ravenna c’è ma è sterile, anche per merito del muro eretto dalla Bagnolese. La Bagnolese sale a quota 13 punti, guadagna posizioni in classifica superando il Lentigione e domenica prossima farà visita all’Aglianese, oggi battuta dal Forlì.