FORLI’ – LENTIGIONE 1 – 3 

RETI: p.t. 11′ e 40′ Nanni (L), 16′ Formato (L); s.t. 32′ autorete di Nava (F).

FORLI’ (3-4-2-1): Pezzolato; Masini (43′ s.t. Mosole), Drudi (1′ s.t. Babbi), Tafa; Pecci (1′ s.t. Banfi), Lolli, Gaiola, Visani (1′ s.t. Graziani); Bonandi (15′ s.t. Rosso), Greselin; Merlonghi. (Zamagni, Checchi, Crociati, Ballardini). Allenatore: Antonioli.

LENTIGIONE (4-3-3): Rizzuto; Casucci, Nava, Sabotic, Cortesi; Manzotti, Battistello, Pari (24′ p.t. Nappo); Nanni (24′ s.t. Capiluppi), Formato (1′ s.t. Bocchialini), Montipò (43′ s.t. Roma). (Zovi, Grieco, Sala, Grifa, Macchioni). Allenatore: Beretti.

ARBITRO: Torreggiani di Civitavecchia (Cirillo di Roma 1 e Pagano di Brescia).

Nel turno pasquale infrasettimanale del girone D di Serie D, colpaccio del Lentigione che infligge la seconda sconfitta consecutiva al Forlì e lo raggiunge in classifica al terzo posto. La partenza sembra buona perché già al 7′ Visani serve un cioccolatino sul dischetto a Merlonghi solo da spingere in porta ma il bomber biancorosso difetta di cattiveria e calcia debolmente sciupando una ghiotta occasione. L’antica regola non scritta del calcio si abbatte però sul Forlì cinque minuti più tardi perché il Lentigione all’11’ trova il vantaggio: Nanni è bravo al limite dell’area a liberarsi e trovare un sinistro a giro che batte Pezzolato. I biancorossi crollano mentalmente e gli ospiti raddoppiano con Formato che al 16′ di testa sfrutta al meglio una punizione calciata da Nanni siglando lo 0 a 2. Il Forlì è mentalmente fuori dai giochi e l’emblema sta nella giocata che al 40′ porta il Lentigione addirittura ad un inaspettato tris: Drudi da ultimo uomo sbaglia il retropassaggio su Pezzolato lasciando campo a Leonardo Nanni (foto di Barbara Bastoni) che con un pallonetto fa 0 a 3. Primo tempo dunque da film horror per i padroni di casa che nella ripresa provano con i cambi una insperata rimonta: mister Antonioli inserisce Banfi, Graziani e Babbi per Drudi, Visani e Pecci ma la mossa non sortisce l’effetto sperato perché il Lentigione controlla senza troppo sforzo le sfuriate dei galletti che anzi offrono il fianco alle ripartenze emiliane come al 7′ quando Gaiola sbaglia un disimpegno regalando il contropiede a Montipò che però si fa bloccare dall’uscita di Pezzolato e come al 9′ quando un colpo di testa di Nanni fa la barba al palo. Se non col gioco il Forlì ci prova almeno di nervi e all’11’ costruisce una bella azione ma Greselin mette fuori di testa da ottima posizione mentre al 20′ una girata ravvicinata di Babbi viene respinta coi piedi sulla linea di porta da Rizzuto. Nel finale la rete della bandiera per i biancorossi arriva poco dopo la mezz’ora della ripresa quando sugli sviluppi di calcio d’angolo Nava nel più classico degli autogoal devia in porta il pallone per il definitivo 1 a 3.

(fonte Matteo Tartaretti per forlìtoday.it).