LENTIGIONE – SANT’ANGELO 1 – 0

RETI: p.t. 40’ su rigore Formato.

LENTIGIONE (4-3-2-1): Rizzuto; Capiluppi, Nava, Sabotic, Cortesi; Grifa, Battistello, Pari (23’ st Nappo); Nanni (37’ st Roma), Manzotti (34’ st Martini); Formato. (Zovi, Carra, Bocchialini, Ricciardi, Turri, Macchioni). Allenatore: Paolo Beretti.

SANT’ANGELO (4-3-3): Nucci; Malanga (1’ st Ndianefo), Uggè, Ortolan (31’ st Iaquinta), Confalonieri; Mecca (18’ st De Angelis), Gomez, Grandinetti (11’ st Renda); Calì (18’ st Mariani), Gobbi, Lanzi. (Maccherini, Volontè, Santi, Chiodi). Allenatore: Antonio Palo.

ARBITRO: Filippo Balducci di Empoli (Pellegrini di Prato e Cucciniello di Arezzo).

NOTE: spettatori 250 circa, di cui 50 tifosi organizzati con bandiere del Sant’Angelo. Ammoniti: Uggè, Gobbi, Gomez (S), Cortesi e Capiluppi (L). Angoli: 1 a 4. Recupero: 3’ pt e 5’ st.

di Giorgio Pregheffi

SORBOLO MEZZANI (Parma) – Nella seconda giornata di ritorno del girone D di Serie D, il Lentigione supera di misura il Sant’Angelo con un rigore del solito Alberto Formato (nella foto di Barbara Bastoni il momento decisivo), consolida il quinto posto in classifica e riduce ad una sola lunghezza il distacco dal terzo posto. È stata una partita non bella che ha offerto poche emozioni ad un pubblico infreddolito. Il Lentigione ha sfruttato l’unica vera occasione, mentre il Sant’Angelo è stato a guardare per un tempo e nella ripresa si è svegliato senza però creare veri pericoli. Subito in avvio, scontro aereo tra Gobbi e Sabotic, ha la peggio il difensore di casa, che rimane a terra per oltre un minuto, si riprende, esce ma poi rientra regolarmente al suo posto. Poi non succede nulla (il primo angolo è arrivato al 37’!) fino al 39’ quando Manzotti entra in area, salta Uggè, che lo mette giù. L’arbitro indica il dischetto e dopo un minuto e le solite proteste, al 40’ Formato trasforma il rigore con una esecuzione perfetta e si porta a quota 8 nella classifica marcatori del girone. Due minuti dopo Cortesi scambia con Formato e chiude il triangolo con un tiro deviato in angolo. Si passa alla ripresa e ci si aspetta la reazione degli ospiti ma l’unica occasione la costruiscono al 6’ con una conclusione di Calì respinta da Rizzuto, per il resto si vedono solo spunti a sprazzi che citiamo in successione: al 12’ tiro di Manzotti fuori, al 13’ sfiora l’autogol Sabotic, al 28’ colpo di testa di Gobbi, in ombra anche perché stretto nella morsa Sabotic – Nava e al 40’ volè di Formato su cross di Cortesi che finisce alta. Il Lentigione con la vittoria arriva a quota 34 punti e domenica prossima ospita la Victor San Marino che oggi ha sconfitto la Pistoiese.