ATLETIC PROGETTO MONTAGNA – VEZZANO 0 – 3

RETI: p.t. 15′ Spadacini; s.t. 24′ Aurea, 26′ Rozzi.

ATLETIC PROGETTO MONTAGNA (4-2-3-1): Zannoni; Bucci (40′ s.t. Cappucci), Grisanti (28′ s.t. Toni), Banzi, Messori; Lamia (33′ s.t. Magnani), Serra; Boulakhouitam (18′ s.t. Favali), Sakho, Damiano Sorbi; Briselli. (Tarabelloni, Gatti, Ruffini, Cilloni, Daniele Sorbi). All.: Bertolini.

VEZZANO (4-4-2): Girotti; Amoah, Aurea, Ferri, Lusvarghi; Arduini, Maniscalco (20′ s.t. Fabio Piermattei), Dene, Campaniello (45′ s.t. Menozzi); Spadacini (40′ s.t. Mauro Piermattei), Boschiroli (1′ s.t. Rozzi). (Martini, Guidetti, Melloni, Alex Grossi, Filippo Grossi). All.: Vinceti.

ARBITRO: Grillo di Modena (Scognamiglio di Reggio Emilia ed Elisabetta Antonucci di Modena).

NOTE: spettatori un centinaio circa. Ammoniti: Maniscalco, Bucci e Fabio Piermattei. Angoli: 7 a 7. Recuperi: 1′ p.t. e 3′ s.t.

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) – Nell’anticipo della decima giornata di andata del girone B di Promozione, il Vezzano di mister Paolo Vinceti (foto) dopo cinque turni di digiuno torna alla vittoria nello scontro salvezza sul campo dell’Atletico Montagna e lo scavalca in classifica. Una vittoria, quella degli ospiti, legittimata nel secondo tempo e figlia di una partita ordinata e con la dose di grinta giusta. Giornata no in tutti i sensi per i padroni di casa che per gran parte della gara hanno prodotto più volume di gioco, ma senza mai impensierire seriamente la porta difesa da Girotti. Primo tempo povero si spunti. Al 13′ girata ravvicinata di Damiano Sorbi destinata probabilmente ad insaccarsi con provvidenziale stoppata di Ferri. Due minuti dopo passano in vantaggio il Vezzano grazie ad una iniziativa di Campaniello, uno dei migliori in campo, con tiro ravvicinato respinto da Grisanti e sulla ribattuta è pronto come un falco il bomber Spadacini che insacca da due passi. La ripresa inizia con i locali che si gettano in avanti alla ricerca del pareggio e al 12′ una conclusione di Damiano Sorbi impegna Girotti alla parata in tuffo. Ma poi è il Vezzano a chiudere i giochi nel giro di due minuti. Il raddoppio arriva da un angolo calciato da Fabio Piermattei con colpo di testa di Spadacini e miracolo sulla linea bianca di Zannoni che nulla può sul successivo secondo colpo di testa vincente di Aurea, oggi schierato al centro della difesa. Poi su una ripartenza Campaniello serve sulla sinistra il classe 2004 Rozzi che appena entrato in area di rigore con un preciso diagonale non lascia scampo a Zannoni. Una mazzata per i padroni di casa che non hanno più la forza di reagire e il Vezzano controlla senza patemi portando a casa tre punti pesantissimi.