QUATTRO CASTELLA – REAL CASINA 0 – 0

QUATTRO CASTELLA (4-3-3): Francia; Benelli (25′ s.t. Chierici), Capanni, Grendene, Piacentini; Morani (6′ s.t. Berselli), Zambelli (34′ s.t. Gualerzi); Cilloni, Kessabi, Stradi. (Catellani, Giovanardi, Anceschi, Castagnetti, Pellicciari, Prati). All.: Fava.

REAL CASINA (4-3-3): Casolari (1′ s.t. Mariani); Camagnoni, Corbelli, Ferrarini, Zannoni; Tchoudjeu, Zurli (30′ s.t. Prifti), Costoli (36′ s.t. Palermo); Falbo, Osaret Venny (12′ s.t. Benvenuti), Toni. (Venison Venny, Stompanato). All.: Ferrari.

ARBITRO: Fortunato di Parma.

NOTE: pomeriggio nuvoloso e terreno di gioco non in buone condizioni. Spettatori 200 circa. Al termine del primo tempo il portiere del Casina, Samuele Casolari, non è rientrato in campo a causa della frattura del mignolo della mano sinistra. Ammoniti: Costoli, Ferrarini, Berselli, Stradi e Zannoni. Angoli: 7 a 6. Recuperi: 0′ p.t. e 6′ s.t.

QUATTRO CASTELLA (Reggio Emilia) – Nell’anticipo del girone C di Prima Categoria, il Quattro Castella frena e fallisce l’assalto alla vetta della classifica. Punto di platino, invece, per il Real Casina e che consente di mantenere vive la speranze di salvezza. Partita non esaltante anche a causa anche di un terreno di gioco sul quale si faceva fatica a controllare la palla con dei rimbalzi anomali. Nella prima parte di gara a parte qualche tentativo l’azione più pericolosa capita ai padroni di casa al 35′ quando Cilloni serve Kessabi che la mette al centro per Panaro che calcia alto un rigore in movimento. Nella ripresa cresce la spinta del Quattro Castella, ma il Real Casina non esce mai dalla partita restando sempre sul pezzo. Al 13′ destro a girare dal limite di Stradi con Mariani che si salva con l’aiuto della parte alta della traversa. Al 20′ su angolo di Stradi da due passi Grendene gira debole verso la porta agevolando il compito di Mariani dopo un rimpallo. E’ nel finale che la partita si infiamma. Al 41′ Kessabi partito da posizione più che dubbia solo davanti a Mariani spostato sul vertice destro in diagonale colpisce un palo clamoroso. Il Casina risponde con Falbo, alto di poco dal limite, e Toni, diagonale sul fondo da buona posizione dopo una ripartenza. Al terzo di recupero diagonale dalla destra di Stradi che attraversa tutta l’area di rigore e sul secondo palo Kessabi in scivolata manca di un soffio la deviazione vincente. Quattro Castella poco incisivo e Casina tutto cuore per un giusto pareggio.

(nella foto d’archivio il capitano del Quattro Castella, Riccardo Zambelli)