VIRTUS CASTELFRANCO – MODENESE  0 – 0

VIRTUS CASTELFRANCO: Gibertini, Posponi, Hajbi, Caesar Tesa (47′ s.t. Barbieri), Pepe, Casarano, Mantovani, Timperio (41′ s.t. Salsi), Cantarello (20′ s.t. Barani), Zito (30′ s.t. Assouan), Cuoghi (20′ s.t. Nait). (Tesone, Boccalupo, Lippo, Palmiero). Allenatore: Mirko Fontana.

MODENESE: Ferrari, Azzi, Baldini, Boriani (30′ s.t. Tardini), Alicchi, Lusvarghi, Lo Bello (30′ s.t. Longu), Borghi (16′ s.t. De Pietri Tonelli), Capasso (16′ s.t. Svarups), Serroukh (25′ s.t. Silipo), Guerri. (Bacciocchi, Pjolla, Lazzaretti, Battaglia). Allenatore: Matteo Vullo.

ARBITRO: D’Ovidio di Bologna (Concettini di Faenza e Apollaro di Rimini).

NOTE: spettatori 250 circa. Ammoniti: Lusvarghi, Cuoghi, Serroukh, De Pietri Tonelli e Barani. Recuperi: 0′ p.t. e 5′ s.t.

CASTELFRANCO EMILIA (Modena) –  Pareggio a reti bianche nel derby del girone A di Eccellenza tra la Virtus Castelfranco e la Modenese, punto che fa più comodo agli ospiti nella lotta per evitare i playout, mentre è un’occasione sprecata per la squadra di mister Mirko Fontana (foto), perchè con un successo poteva riaprire decisamente la lotta per il secondo posto. Al 4′ Capasso, grazie ad un rimpallo, si ritrova solo davanti a Gibertini, ma il portiere della Virtus si immola ed evita la segnatura ospite. Al 9′ Virtus vicinissima al gol con un tiro al volo di Posponi dai venti metri che sorvola di pochissimo sopra l’incrocio dei pali alla destra di Ferrari. Al 14′ ci prova Cuoghi dalla distanza, ma il suo tiro è telefonato ed è facile preda del portiere avversario. Al 20′ spettacolare rovesciata in area da parte di Cantarello, bravissimo Ferrari ad alzare in angolo. Al 26′ Alicchi appoggia per Serroukh, ma la sua conclusione è lenta ed è facile preda di Gibertini. Al 32′ punizione di Zito dai venticinque metri deviata dalla barriera, la sfera esce di un niente a lato. Nella ripresa al 20′ De Pietri Tonelli non aggancia bene la sfera davanti al portiere. Al 27′ diagonale di Silipo con Gibertini che si protende in tuffo e devia. Al 42′ ci prova Mantovani, tiro sporcato da un difensore, Ferrari para in tuffo. Al 50′ l’ultima opportunità è ancora sui piedi di Mantovani, ma il suo tiro è alto.

(Mirco Mariotti – EmiliaRomagnaSport)