ARCETANA – BORETTO  2 – 1

RETI: 10’st Fanti su rigore (B), 12’st Bernabei (A), 17’st Lusoli (A).
ARCETANA: Giaroli, Mammi (dal 39’st De Martino), Foderaro, Cavazzoli, Canalini, Bonacini, Lusoli, Cristiani, Travagliati (dal 15’st Davitti), Bernabei (dal 39’st Monti), Zampino (dal 43’st Corradini). (Burani, Pirruccio, Okoduwa, Strozzi, Bocedi). Allenatore: Pierfrancesco Pivetti.
BORETTO: Bonini, Randazzo (dal 23’st Calliku), Toma (dal 31’st Roberto Parmiggiani), Sassi (dal 38’st Lorenzini), Ouahero, Rocchi, Cabras, Nicolò Parmiggiani, Ennamli, Fanti (dal 38’st Rio), Bernini (dal 31’st Spina). (Pasquali, Amato, Rota, Gueye). Allenatore: Marco Iotti.
ARBITRO: Gippetto di Reggio Emilia (Touijar e Bazzi di Reggio Emilia).
ARCETO (Reggio Emilia) – Nel derby reggiano della settima di andata del girone A di Eccellenza, l’Arcetana centra la terza vittoria consecutiva e considerando anche l’acuto in coppa contro il Campagnola, il computo sale addirittura a quattro. Per la neo promossa Boretto, invece, si tratta del quarto stop consecutivo e devono ancora centrare il primo successo stagionale. Nel secondo tempo la formazione allenata da Pierfrancesco Pivetti è riuscita a ribaltare brillantemente il momentaneo punteggio sfavorevole, realizzando nell’arco di pochi minuti i due gol che hanno permesso di festeggiare i tre punti. Grande merito va comunque dato pure agli ospiti, artefici di una prova generosa centrando ben due pali e dunque a ostacolare gli ospiti ci si è messa pure la sfortuna. Al 1′ la squadra di mister Marco Iotti si rende pericolosa con Bernini: la sua conclusione da fuori area spedisce il pallone non di molto alto. Al 6′, Bonacini piazza un pregevole colpo di testa innescato dall’angolo di Cristiani: la retroguardia avversaria riesce a salvarsi. Al 12′ è quindi Zampino a sfiorare il gol, su suggerimento di Lusoli: pochi istanti dopo Bernabei lascia quindi partire un ottimo diagonale a beneficio dello stesso Zampino, che si trova nelle immediate vicinanze della porta a Bonini battuto. A quel punto il vantaggio sembra cosa quasi fatta, ma il numero 11 biancoverde arriva di un filo in ritardo all’appuntamento col pallone e così l’azione sfuma. Al 15′ Travagliati potrebbe concludere a rete da favorevole posizione angolata, ma la sua scelta è quella di effettuare un passaggio che poi si perde in un nulla di fatto: nessun giocatore biancoverde è infatti pronto ad arpionare la sfera. Al 22′, la punizione centrale di Cristiani spedisce la palla di poco alta: al 25′, ottimo intervento di Giaroli sul tentativo dal limite di Ouahero. Al 29′ il Boretto va vicinissimo al vantaggio sugli sviluppi dell’angolo di Bernini con Sassi che si rende autore di un colpo di testa a ridosso della porta, ma il pallone va a stamparsi sul palo a sinistra dell’estremo difensore biancoverde. L’Arcetana risponde al 34′ con Travagliati, che si lancia in contropiede lasciando partire un diagonale in piena area: Bonini ci arriva di piede. Al 39′, tiro a sorpresa di Cristiani: il guardiano biancoazzurro tocca la sfera mandandola sulla traversa, per poi chiudere con sicurezza in seguito alla respinta del legno.  Durante la ripresa, al 4′ Travagliati effettua un traversone verso centroarea: la palla giunge a Randazzo che compie a sua volta un insidioso retropassaggio verso il portiere, e Bonini è costretto a intervenire con prontezza. Al 10′, ospiti in vantaggio: Bonacini ferma Fanti in piena area, e il direttore di gara non esita nell’assegnare il rigore poi realizzato dallo stesso Fanti. La palla va a infilarsi nell’angolino basso a sinistra del guardiano biancoverde, sancendo così il provvisorio 0-1. D’altro canto l’Arcetana non si perde affatto d’animo, e di lì a poco ribalta la situazione con efficacia mista a freddezza. Il pari giunge già al 12′, grazie alla magistrale punizione di Bernabei (foto di Guido Rinaldi): la sfera va insaccarsi direttamente in rete, a destra di Bonini. Al 14′ Sassi piazza un’inzuccata subito dopo l’angolo di Ennamli, ma Foderaro spazza via il pallone proprio sulla linea. Tre minuti più tardi arriva quindi il definitivo 2-1, in seguito a una tambureggiante azione offensiva biancoverde: la manovra si conclude con Lusoli, che sfrutta al meglio il suggerimento di Bernabei per andare a segno da posizione ravvicinata. Al 27′ i rivieraschi hanno tuttavia una grandiosa occasione per riequilibrare i conti: Fanti effettua un pallonetto a tu per tu con Giaroli e la palla carambola indisturbata verso la porta sguarnita, ma poi la sfera va a sbattere sul palo a destra del portiere. Al 34′ ficcante punizione di Ennamli: il pallone giunge dalle parti di Giaroli, ma lì nessun giocatore biancoazzurro si fa trovare pronto per ribadire in rete.