SALSOMAGGIORE – CORREGGESE 0 – 2

RETI: 33’st Leonardi, 42’st Galletti.

SALSOMAGGIORE: Menta, Crescenzi (30’st Dattaro), Kamisi, Furlotti, Morigoni, Lattuca (37’st Martinez), Ziliotti (39’st Brunani), Billone, Fanti, Berti (43’st Brasacchio), Yaner (22’st Pedretti). (Aimi, Compiani, Catelli, Colombo). Allenatore: Gianluigi Ghia.

CORREGGESE: Cipriani, Ghizzardi, Ughetti (45’st Colombo), Galli (50’st Truzzi), Simoncelli (48’st Vittorini), Galletti (44’st Andolina), Cappelluzzo (33’st Staiti), Luppi, Leonardi. (Cavazza, Catellani, Mastaj, Candeloro). Allenatore: Claudio Gallicchio.

ARBITRO: Zangara di Palermo (Bazzi e Casoni di Reggio Emilia).

NOTE: ammoniti: Lattuca e Ughetti. Angoli: 3 a 7. Recupero: 0’ pt  e 7’ st.

SALSOMAGGIORE (Parma) – La seconda vittoria consecutiva dell’era di mister Claudio Gallicchio, consente alla Correggese di salire al secondo posto nel girone A di Eccellenza ora a meno quattro dalla capolista Cittadella Vis Modena. I biancorossi hanno avuto il predominio del campo e del gioco senza però riuscire a sbloccare l’incontro fino a pochi minuti dal termine. Mister Gallicchio non cambia nulla rispetto all’undici che sette giorni fa ha battuto la capolista Cittadella e i biancorossi provano a chiudere il Salsomaggiore nella propria metà campo fin dalle prime battute di gioco. La Correggese tiene in mano il pallino del gioco, ma non riesce a sfruttare al meglio le occasioni create per sbloccare la partita. I parmensi si chiudono sotto la linea della palla senza lasciare spazio agli ospiti che si rendono pericolosi quando riescono ad affondare con Ghizzardi sulla corsia di destra. E’ sempre+ dai piedi del terzino biancorosso, che nascono i maggiori pericoli per la retroguardia di casa. Sul primo affondo però non c’è nessun compagno sul secondo palo, mentre l’occasione più pericolosa arriva a metà della prima frazione quando, ancora su un’incursione di Ghizzardi servito in profondità da Simoncelli è Leonardi tutto solo sul secondo palo si trova il pallone rasoterra sul mancino, ma la sua conclusione finisce a lato. La Correggese continua a premere senza però riuscire a sfondare il muro del Salsomaggiore, mentre i padroni di casa si fanno vedere in avanti su calcio piazzato ben controllato in uscita da Cipriani e all’intervallo il risultato è ancora bloccato sullo zero a zero. Nella ripresa il copione della partita non cambia, anche se il Salsomaggiore prova ad alzare il proprio baricentro e ha una ghiotta occasione per sbloccare il risultato, ma su un cross rasoterra dalla destra è Gigli che in spaccata riesce ad anticipare l’attaccante parmense al momento della conclusione. Superata la sfuriata iniziale dei padroni di casa la Correggese ricomincia a prendere campo, ma come nella prima frazione di gioco non riesce a sbloccare la partita. E’ Leonardi che sblocca la gara a poco meno di dieci minuti dal termine con una conclusione rasoterra dal limite dell’area che il portiere di casa non riesce a trattenere e la palla si infila in rete. Trovato il vantaggio si aprono tanti spazi per la Correggese e i biancorossi trovano anche il raddoppio a tre minuti dal novantesimo quando Bertozzini batte velocemente un calcio di punizione verso Riccardo Galletti (foto) cogliendo impreparata tutta la difesa del Salsomaggiore. Il centrocampista biancorosso trovatosi a tu per tu con Menta non sbaglia e mette in rete il gol che chiude la partita. Negli ultimi minuti di gara i biancorossi creano altri pericoli con Luppi e Andolina senza però riuscire ad aumentare ulteriormente il vantaggio. “Sono contento della prestazione della squadra e della vittoria – ha commentato il tecnico Claudio Gallicchio al termine della partita – sapevamo che non sarebbe stato facile e siamo stati bravi a tenere sempre in mano il controllo della gara. La squadra non ha mai rischiato nulla – ha proseguito il tecnico biancorosso – e abbiamo colpito nel momento opportuno. Trovato il gol del vantaggio siamo stati bravi a cercare e trovare subito il raddoppio perché sapevamo che si sarebbero aperti degli spazi se fossimo riusciti a sbloccare la partita. Il secondo gol poi ci ha messo nelle condizioni di mettere al sicuro il risultato nei minuti finali di gara senza rischiare praticamente nulla”.

Andrea Munari