CORREGGESE – FIDENTINA 3 – 1

RETI: 12’st Cappelluzzo (C), 17’st Luppi (C), 24’st Leonardi (C), 47’st Mastaj su rigore (F).

CORREGGESE: Cipriani, Ghizzardi, Prasso (22’st Truzzi), Galli (30’st Vezzani), Bertozzini (35’st Colombo), Gigli, Simoncelli, Galletti, Cappelluzzo (27’st Vaccari), Luppi, Leonardi (32’st Solinas). A disposizione: Paltrinieri, Ughetti, Hedman, Staiti. Allenatore: Claudio Gallicchio.

FIDENTINA: Ghiretti, Agostinelli, Visconti (23’st Ferri), Spagnoli, Leporati (23’st Petrelli), Casarini, Varani, Lorenzani (17’st Del Grosso), Ferrara (17’st El Hani), Terranova (27’st Alfieri), Mastaj. A disposizione: Quenda, Pasaro, Saccani. Allenatore: Arrigoni Adriano

ARBITRO: Roli Giovanni della sezione di Modena (Alaiddine di Bologna e Dri di Reggio Emilia).

NOTE: ammoniti: Prasso, Cappelluzzo (C), Ferrara, Mastaj, Petrelli (F). Angoli: 5 / 2. Recupero: 2’ pt, 4’ st.

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Nella sesta di ritorno del girone A di Eccellenza, la Correggese torna alla vittoria dopo lo stop con la Brescello Piccardo e lo fa imponendosi sulla Fidentina. La Correggese si affida in avanti alla coppia di attaccanti di stazza formata da Cappelluzzo e Leonardi, con Luppi a giostrare alle loro spalle e libero di svariare su tutto il fronte offensivo, con il numero dieci biancorosso che ha spesso trovato molto spazio alle spalle dei difensori parmensi giocando tantissimi palloni. I padroni di casa infatti hanno provato a sfruttare le capacità aeree di Cappelluzzo per andare a fare male alla difesa avversaria, non riuscendo però a trovare la giocata decisiva per passare in vantaggio. L’azione più pericolosa arriva con Galletti che, entrando in area dalla sinistra con un’azione personale prova a battere Giretti con un diagonale che si stampa sul palo. I padroni di casa riescono ad essere spesso pericolosi su calcio piazzato, con Gigli e Cappelluzzo che in due occasioni non riescono però a indirizzare bene il pallone dando la possibilità al portiere ospite di controllare la sfera. La Fidentina si fa vedere in contropiede sfruttando la velocità di Mastaj e Ferrara, ma nell’occasione più pericolosa degli ospiti è bravo Cipriani in uscita bassa a respingere il tiro proprio dell’ex Mastaj. Correggese che si rende ancora pericolosa prima dell’intervallo sugli sviluppi di un corner con Cappelluzzo che salta più in alto di tutti, ma il suo colpo di testa si stampa sul palo, sulla ribattuta arriva per primo Luppi che mette in rete con il direttore di gara che annulla però il gol su segnalazione di fuorigioco da parte del secondo assistente e così il risultato all’intervallo non cambia. Padroni di casa che riescono però subito a indirizzare la partita a inizio ripresa quando, su un calcio di punizione di Gigli dalla propria trequarti, il difensore biancorosso cerca Luppi in profondità, ma sul pallone si avventa Cappelluzzo che in diagonale porta in vantaggio i suoi. La rete del vantaggio indirizza la sfida, perché la Fidentina ha dieci minuti di sbandamento che le costano caro. Dopo cinque minuti dal vantaggio infatti i biancorossi trovano il raddoppio con un’azione sviluppata sulla corsia di destra con Simoncelli che di prima intenzione mette al centro un cross rasoterra su cui Davide Luppi (foto di archivio di Daniela Asioli) è il primo ad arrivare e a metterla in rete. Padroni di casa che non arretrano il proprio baricentro e al 24’ della ripresa trovano il gol che di fatto chiude la partita. Calcio d’angolo di Simoncelli dalla sinistra e Leonardi cadendo riesce a girare la palla in rete. Subito il terzo gol la Fidentina reagisce con il neo entrato El Hani che entra in area dalla destra e calcia in porta con Cipriani che è reattivo a deviare il pallone sulla traversa. Gli ospiti si spingono in avanti negli ultimi istanti di gara e, al secondo minuto di recupero El Hani cade in area di rigore e l’arbitro indica il dischetto tra le proteste dei locali. Sul punto di battuta si presenta Mastaj che spiazza Cipriani e segna il gol dell’ex che fissa il risultato finale. “Siamo stati bravi a concretizzare le azioni che abbiamo creato – ha commentato a fine gara mister Claudio Gallicchio – cosa che magari non avevamo fatto la settimana scorsa. Sapevamo comunque di affrontare un avversario che avrebbe provato a giocare a calcio e infatti anche loro hanno avuto delle occasioni per trovare il gol. Diciamo che noi siamo stati più concreti sotto porta. Il distacco dalla prima è ampio – ha concluso il tecnico biancorosso – e credo che per questo paghiamo un mese di gennaio condizionato da tanti infortuni soprattutto nel reparto offensivo. Siamo stati costretti spesso ad adattare giocatori in quel ruolo e per tante partite non abbiamo avuto a disposizione Cappelluzzo e Leonardi. Fatto questo che ha certamente condizionato il nostro cammino all’inizio del girone di ritorno e ora dobbiamo cercare di fare il meglio possibile da qua alla fine della stagione”.

Andrea Munari

Responsabile Ufficio Stampa e Team Manager Correggese Calcio 1948