REAL FORMIGINE – BRESCELLO PICCARDO 3 – 2

RETI: p.t. 19′ Matteo Caselli (R), 27′ Truffelli (B); s.t. 11′ Fomov (B), 19′ Vacondio (R), 29′ Habib (R).

REAL FORMIGINE (4-3-1-2): Cornia; Vacondio, Pappaianni, Ashong (17′ s.t. Deri), Ricaldone; Digesù (18′ s.t. Iattici), Andrea Caselli (47′ s.t. Mondini), Matteo Caselli; Cremaschi; Habib (35′ s.t. Luca Marverti), Binini. (Migliori, Lorenzo Marverti, Ruini, Opoku, Teneggi). Allenatore: Umberto Sarnelli.

BRESCELLO PICCARDO (3-4-1-2): Aimi; Marmiroli, Galeotti (30′ s.t. Boselli), Cocconi; Zaccariello, Fomov, Notari, Gianferrari (20′ s.t. Rizzi); Rodriguez (17′ s.t. Caffarra); Ennamli, Truffelli. (Caccialupi, Aloi, Bertoli, Monica, Sarzi Maddidini, Bocedi). Allenatore: Andrea Fontana.

ARBITRO: Riccardi di Rimini (Bracali e Vegezzi di Piacenza).

NOTE: spettatori 100 circa. Ammoniti: Rizzi e Pappaianni. Angoli: 2 a 6. Recuperi: 2′ p.t. e 5′ s.t.

FORMIGINE (Modena) – In rimonta un Real Formigine solido e cinico conquista tre punti d’oro in chiave salvezza nel girone A di Eccellenza, interrompendo la serie utile della Brescello Piccardo che durava da sei giornate e che avrebbe meritato quantomeno il pareggio per quanto visto durante l’incontro. Gli ospiti, però, hanno trovato sulla loro strada un Cornia in giornata di grazia. La prima parte di gara, più equilibrata, vive praticamente sulle due reti. Al 19′ il vantaggio dei locali: sul primo angolo in loro favore calciato da Cremaschi si crea un mischione risolto con tocco da due passi da Matteo Caselli. Gli ospiti pareggiano il conto otto minuti più tardi quando Gianferrari si invola sulla corsia di sinistra e mette un pallone al centro dove sul primo palo Trufelli gira la palla in rete anticipando sia Cornia che Ashong, entrambi poco reattivi. Prima della fine c’è ancora tempo per un buona occasione sprecata dalla Brescello Piccardo con Rodriguez che calcia sulla rete di protezione da posizione invitante. Nella ripresa i reggiani partono con l’acceleratore pigiato al massimo e ribaltano il risultato con un’azione da manuale che porta al tiro Cocconi respinto ma non trattenuto da Cornia e sulla ribattuta Fomov insacca a porta vuota. Il Formigine non ci sta è attacca alla ricerca del pareggio che, dopo un colpo di testa alto di Cremaschi da centro area, trova sempre in mischia ma con una grande giocata di Habib che con un pallonetto scavalca tutti e mette sui piedi di Vacondio un palllone che il difensore scarica nel sette al volo. Al 23′ il primo miracolo di Cornia quando Fomov pesca Caffarra che si presenta a tu per tu con il giovane portiere di casa che intuisce il tiro e respinge. Il Formigine gioca sulle ripartenze e su una di queste costruisce la vittoria: ripartenza bruciante di Giovanni Habib (foto di archivio), partito da posizione dubbia anche se la termine arrivano conferme che sia partito dalla propria metà campo, che si presenta solo davanti ad Aimi bravo a chiuderlo in uscita, ma sulla ribattuta l’attaccante locale non ha problemi a spedire la palla nella porta vuota. Il finale di gara assomiglia più ad un vero e proprio assedio della Brescello Piccardo. Al 35′ azione personale di Fomov che arriva a tu per tu con Cornia ancora superlativo a salvare la propria porta e un minuto dopo il portiere del Formigine si distende in tuffo per mettere in angolo una velenosa conclusione di Truffelli. Un assedio che non porta frutti e l’ultimo sussulto lo regala Binini per il Formigine in contropiede e con tiro da posizione quasi impossibile che Aimi sventa con l’aiuto della traversa poi Iattici manca quasi sulla riga il tocco vincente.