BAGNOLESE – VIRTUS CASTELFRANCO 0 – 1

RETE: st 44’ Bertetti.

BAGNOLESE (4-4-1-1): Michele Giaroli; Er Rada, Vezzani, Guerri, Fiorentino (14’ st Davide Calabretti); Posponi (48’ st Ferrari), Piras, Samuel Ganassi (11’ st Curcio), Daniele Calabretti; Coscelli (38’ st Baldini); Lecce (48’ st Saccani). A disposizione: Lugli, Foderaro, Taguia, Fino. Allenatore: Brandolini.

VIRTUS CASTELFRANCO (3-5-2): Gibertini; Fiorentini (28’ st Barbolini), Casarano, Palmiero; Mantovani, Timperio (23’ st Di Marcello), Cantarello (16’ st Nait Jenane), Giordano (16’ st Ceccarelli), Marconi; Bertetti, Ferrara (38’ st Barani). A disposizione: Cavallini, Pepe, Laruccia, Caselli. Allenatore: Cattani.

ARBITRO: Nicotra di Finale Emilia (Ferrerio di Bologna e Lauriola di Bologna).

NOTE: pomeriggio soleggiato e terreno di gioco in precarie condizioni. Spettatori 250 circa. Ammoniti: Er Rada, Guerri, Lecce e Daniele Calabretti della Bagnolese, Casarano e Mantovani della Virtus Castelfranco. Angoli: quattro ad otto per la Virtus Castelfranco. Recuperi: 2’ pt e 6’ st.

BAGNOLO IN PIANO (Reggio Emilia) – Con l’undicesimo gol in campionato del solito Nicolò Bertetti (foto), la Virtus Castelfranco rovina la prima panchina al Fratelli Campari di Matteo Brandolini da allenatore della Bagnolese. Quasi allo scadere per i rossoblù sfuma un meritato ed importante pareggio senza reti, colpiti sugli sviluppi della lunga rimessa laterale del subentrato Nait Jenane sulla cui palla sporca in area si è avventato da sottomisura Bertetti per girarla nel sacco. Per quasi tutto il primo tempo meglio la Bagnolese dei più quotati modenesi, con i rossoblù pericolosi al 4’ con Daniele Calabretti su imbucata di Coscelli (la Virtus Castelfranco si salva in angolo con un pizzico di fortuna) ed al 13’ con due tiri dalla distanza di Samuel Ganassi ed in diagonale da parte di Posponi (respinge entrambe le volte Gibertini). Ospiti che si fanno vivi solo al 40’, con l’unico spunto di giornata dell’ex Ferrara, che in velocità arriva praticamente a tu per tu con Michele Giaroli ma poi gli calcia addosso sull’uscita a terra di quest’ultimo. Per quasi un’ora ci sono già in campo due dei tre nuovi acquisti (Fiorentino e Samuel Ganassi, mentre per Fino per ora solo panchina), con la Bagnolese che ci mette corsa, grinta, attenzione in fase di non possesso e generosità. Alla distanza la Virtus Castelfranco cerca d’imporre il proprio tasso tecnico e di qualità, con una ripresa più di sofferenza e di contenimento per la Bagnolese. I modenesi spingono di più prendendo campo, i rossoblù stringono i denti per chiudere gli spazi e lasciano Lecce sempre più isolato in avanti. Ma pare la strategia giusta per conservare almeno il pareggio, contro una Virtus Castelfranco in piena corsa playoff. Ed invece nel finale c’è la beffa, poi proteste rossoblù per un mancato corner che l’arbitro Nicotra non fa calciare nonostante qualche precedente perdita di tempo ed il doppio cambio Ferrari-Saccani avrebbe portato ad allungare il già concesso recupero. Tredicesima sconfitta in campionato per la Bagnolese, la seconda di fila in altrettante gare sotto la gestione di Matteo Brandolini, sempre ultima in classifica con appena due punti dopo quindici turni. Quinta vittoria di fila in campionato per la Virtus Castelfranco che, coppa compresa, è al quattordicesimo risultato utile consecutivo.

Luca Cavazzoni