5 Dicembre 2021

ATHLETIC CARPI: TORNA ALLA VITTORIA IN RIMONTA SUL BORGO SAN DONNINO

ATHLETIC CARPI – BORGO SAN DONNINO 2 – 1 

ATHLETIC CARPI (4-3-1-2): Ferretti; Tosi (45’s.t. Uni), Aldrovandi, Boccaccini, Montebugnoli; Borgarello (1’s.t. Serrotti), Bolis, Lordkipanidze (45’s.t. Muro); Villanova (1’s.t. Carrasco); Raffini, Walker (20’s.t. Ballardini). (Ballato, Bruno, Finocchio, Mignani). All.: Bagatti.

BORGO SAN DONNINO (4-3-3):Frattini; Bajic, Fogliazza, Casarini (14’s.t. Caniparoli), Vecchi; Rossi, Porcari (29’s.t. Amore), Abelli; Salami (38’s.t. Romeo), Bigotto, Lancellotti (14’s.t. Soregaroli). (Ragone, Venturini, Dodi, Som, Marchi). All.: Baratta.

ARBITRO: Esposito di Napoli (Gambino di Nocera Inferiore e Cucinotta di Brescia).

RETI: p.t. 15′ Vecchi (B); s.t. 10′ Bolis (A), 34′ Serrotti (A).

NOTE: spettatori 350 circa. Presente in tribuna l’ex giocatore ed ora procuratore, Salvatore Bagni. Ammoniti: Casarini, Lancellotti, Salami, Bolis, Aldrovandi, Montebugnoli e Amore. Angoli: 3 a 1. Recuperi: 1′ p.t. e 6′ s.t.

CARPI – Nel turno infrasettimanale della settima giornata di andata del girone D di Serie D, l’Athletic Carpi torna alla vittoria vincendo in rimonta sul Borgo San Donnino. Tre punti sofferti ma cercati con insistenza nella ripresa dopo una prima frazione di gioco sottotono. La prima opportunità è del Carpi al 9′: fallo laterale battuto velocemente da Montebugnoli che lancia Raffini il quale invece di tirare da ottima posizione tenta di servire Lordkipanidze che viene anticipato dall’uscita di Frattini. Ma aumenta la spinta, soprattutto sulla sinistra, degli ospiti e al 14′ arriva la prima avvisaglia: Vecchi la mette in mezzo con Ferretti che riesce solo a deviare il pallone che finisce sui piedi di Rossi che calcia a botta sicura e con miracolo di Boccaccini che di tacco salva sulla linea di porta. Un minuto dopo, però, il Borgo non sbaglia con la discesa del solito Vecchi che arrivato al limite viene lasciato libero di concludere con sinistro rasoterra non proprio irresistibile e sul quale Ferretti non è impeccabile. La reazione del Carpi è tutta in un colpo di testa ravvicinato al 35′ di Walker sul quale è bravo Frattini a toglierla dall’angolino e metterla in angolo. Dopo un primo tempo incolore, mister Massimo Bagatti opera subito due cambi impostando un Carpi molto offensivo con un 4-2-4 molto elastico. E i risultati si vedono subito: al 2′ conclusione di Montebugnoli dal limite che deviata da un difensore fa la barba al palo e un minuto dopo Carrasco serve Serrotti che cicca clamorosamente la conclusione a porta spalancata. All’8′ ci prova Walker da posizione defilata con palla altissima. Una pressione che trova lo sbocco al 10′ con la punizione dal limite pennellata da Bolis che si insacca quasi all’incrocio alla destra di Frattini. Raggiunto il pareggio mister Bagatti torna all’antico togliendo una punta, Walker, per un centrocampista, Ballardini. La reazione del Carpi rimane però un fuoco di paglia con i parmensi che si tornano ad riorganizzare ed a farsi rivedere dalle parti di Ferretti. Poi l’arbitro sorvola su un contrasto apparso dubbio in area di rigore parmense tra Bajic e Carrasco. Brivido per il Carpi al 31′ quando Bigotto la mette larga sul fondo da buona posizione. La fiammata che ribalta tutto arriva al minuto 34 da un’iniziativa di Montebugnoli che mette palla in mezzo per Raffini con rimpallo che favorisce Matteo Serrotti (nella foto Vignoli di archivio) lesto ad insaccare con un destro a giro. Ed è anche l’ultima vera emozione della partita.