17 Settembre 2021

PALLAMANO CASALGRANDE: LE IMPRESSIONI DEL CLASSE 2005, PAOLO CANELLI

La nuova Pallamano Modula Casalgrande ricalca in buona parte le orme di quella che ha affrontato la scorsa stagione, centrando un lusinghiero sesto posto nel raggruppamento B della Serie A2 maschile, ma non manca qualche novità di rilievo. Il portiere Mattia Cocchi rientra nei ranghi dopo un anno di inattività, mentre i giovani Paolo Canelli e Mattia Bacchi sono stati aggregati alla prima squadra con un duplice obiettivo: fare esperienza, e conferire ulteriore velocità al gioco dell’intero gruppo. Alberto Barbieri, classe 1989, ha poi deciso di interrompere la propria carriera, ma resterà comunque all’interno della Pallamano Spallanzani Casalgrande, come collaboratore della dirigenza. Nessun cambiamento invece per Adolfo Martucci, che rivestirà ancora il ruolo di team manager. “Sono qui essenzialmente per imparare, e alla mia età non potrebbe essere altrimenti – ha commentato Paolo Canelli, ala/centrale nato nel 2005 –  e come è ovvio che sia, l’obiettivo a livello individuale è sempre quello di guadagnare il maggior minutaggio possibile. La mia strada nell’ambito della pallamano va affinata e perfezionata giorno dopo giorno, quindi il solo fatto di potermi allenare con la Modula di A2 mi sarà molto utile per crescere e imparare sempre più”. Canelli pone quindi l’accento sugli obiettivi biancorossi: “Credo che ci siano le prospettive necessarie per andare oltre a una semplice salvezza stiracchiata – afferma il giocatore –  anche se il girone che ci attende si presenta tutt’altro che semplice fin da ora, ma io scorgo i capisaldi che servono per restare quantomeno nella parte sinistra della classifica. Di certo, la gara inaugurale contribuirà parecchio a dirci fin da sùbito di che pasta siamo fatti, perchè oltre a essere dei veri e propri classici dell’A2, i duelli tra noi e il Verdeazzurro Sassari sono sempre molto combattuti e complessi sotto ogni aspetto”. La giovane ala/centrale sarà inoltre tra i punti di forza della formazione maschile Under 20: in questo caso il campionato avrà inizio a novembre, e la squadra sarà sempre guidata da mister Corradini. “Lo scorso anno la convivenza tra Under 19 e A2 si è rivelata piuttosto impegnativa sul piano del calendario –  ricorda Canelli –  e più di una volta è capitato che gli stessi giocatori disputassero due gare a settimana e questo richiedeva una quantità enorme di forze sia fisiche sia mentali. Stavolta invece il calendario appare strutturato in maniera diversa e ci permetterà di gestire meglio le energie a disposizione visto che i due organici hanno ancora molti ragazzi in comune, la nuova conformazione dell’agenda gioverà sia all’Under 20 sia alla squadra di A2″. Sulla guida tecnica: “Non c’è motivo di avere timori legati alla transizione da Fiumicelli a Corradini – ha rimarcato il talentoso classe 2005 – sono infatti due allenatori di alto livello e anche Corradini dà ampie garanzie in termini di competenza e idee convincenti”.

(fonte e foto Pallamano Casalgrande)