4 Agosto 2021

LENTIGIONE: BATTE IL CORTICELLA E CONQUISTA IL SECONDO POSTO SOLITARIO

LENTIGIONE – CORTICELLA 3 – 1

LENTIGIONE (4-3-1-2): Sorzi; Dodi (42’ st Galanti), Zagnoni, Tarantino, Carpio (30’ st Scanu); Piccinini, Scalini (9’ st Martino), Bouhali; Staiti (43’ st Rossini), Barranca (23’ st Tozzi), Caprioni (Cortenova, Botturi, Maroni, Canrossi). All.: Notari.

CORTICELLA (4-2-3-1): Costantino; Marchesi, Zaffagnini, Fort (37’ st Parlanti), Busi; Guidi (37’ st Cosner), Cipriano (33’ pt Albonetti); Bouabre, Cortesi, Giannini (33’ st Nanetti); Girotti (25’ st Grazhdani) (Garoia, Sabbioni, Ghini, Monnolo). All.: Benuzzi.

ARBITRO: Schmid di Rovereto (Pacifici di Arezzo e Puccini di Pontedera).

RETI: pt 15’ Giannini (C), 21’ su rigore Caprioni (L), st 2’ Caprioni (L), 26’ Zagnoni (L).

NOTE: gara giocata a porte chiuse. Ammoniti: Fort, Marchesi, Cortesi, Busi, Rossini. Angoli 3 a 5. Recupero: 2’ pt e 4’ st.

di Giorgio Pregheffi

SORBOLO MEZZANI (Parma) – Nella tredicesima giornata di ritorno del girone D di Serie D, il Lentigione batte il Corticella e guadagna due punti sul Fiorenzuola, che oggi ha pareggiato e superato in classifica al secondo posto ma con due gare da recuperare, e mantiene intatte le distanze dalla capolista Aglianese. Può quindi continuare a sperare. La vittoria sulla squadra di mister Eugenio Benuzzi è stata netta nel punteggio ma sofferta nello sviluppo. Infatti l’avvio del Corticella è stato veemente e Cortesi, giocatore di grandi qualità tecniche, ha avuto ben tre occasioni e in particolare all’8’ c’è voluta la bravura di Sorzi per opporsi al tiro del numero 10 ospite. Il Lentigione ha risposto con un colpo di testa di Caprioni, servito da un cross di Barranca, facile la parata di Costantino. Al 15’ passano in vantaggio i bolognesi: Bouabre sfonda sulla destra, poi appoggia al centro un comodo pallone, che Giannini spinge in rete. E due minuti dopo, sfiora il doppio vantaggio il Corticella: Cortesi porta avanti il pallone, si presenta solo davanti a Sorzi, potrebbe appoggiare lateralmente a due compagni di squadra liberi, preferisce la soluzione personale e ne esce fuori una sorta di telefonata che Sorzi blocca con facilità. Prende vigore il Lentigione che al 21’ pareggia: Barranca si libera con una finta di Fort, che lo atterra. Rigore, trasformato in sicurezza da Caprioni. Al 25’ azione in fotocopia: Barranca salta Marchesi, che lo mette giù: l’arbitro indica ancora il dischetto. Stavolta è Barranca a battere il rigore, ma Costantino lo intuisce e devia in angolo. Al 43’ scambio tra Caprioni e Barranca, il numero 9 salta il portiere che però gli devia il pallone lateralmente e l’azione si perde. Al 45’ serpentina di Barranca, conclusa con un tiro alto. La ripresa si apre col gol del sorpasso del Lentigione: Staiti imbuca per Dodi, cross e palla in mezzo, una deviazione e poi Lorenzo Caprioni (nella foto di Barbara Bastoni) all’altezza del dischetto scarica un sinistro che non lascia scampo a Costantino. Non si arrendono i bolognesi che si rendono pericolosi con Cortesi, prima al 7’ di testa e poi al 14’ con uno scatto e un anticipo sontuoso di Tarantino. Al 17’ fuga di Bouabre e tiro cross fuori. Al 26’ il gol che chiude la partita: punizione battuta da Staiti, è un vero cioccolatino per la testa di Zagnoni che centra il bersaglio. Il Corticella ci prova sempre con Cortesi, ma la gara si spegne: il Lentigione vince ancora e conquista il 28esimo risultato utile consecutivo. Domenica il campionato si ferma per i recuperi, tra due settimane si riprende e il Lentigione prima andrà a far visita all’Aglianese poi ospiterà il Fiorenzuola. In queste due partite si deciderà il campionato.