18 Giugno 2021

IL MISTER DEL PRATO, FIRICANO: ‘MI HA IMPRESSIONATO IL LENTIGIONE E PICCININI’

La Serie D, dopo i recuperi, entrerà nel vivo. A questo proposito la redazione di notiziariocalcio.com, ha intervistato il mister del Prato, girone D, Aldo Firicano (nella foto)«Le aspettative erano superiori a quanto fatto, credevo facessimo un altro tipo di risultati e prestazioni. Siamo partiti bene, poi ci siamo un po’ persi e probabilmente questa differenza ci ha fatto cadere in una sorta di periodo negativo. Tutto e subito, però, non si può avere, ci vuole un po’ di tempo per arrivare a certi risultati. Il campionato non è finito, ma l’obiettivo principale è svanito, bisogna puntare ora ad un obiettivo secondario, tenendo conto che non sempre si può fare ciò che si desidera». Perché il Prato non ha rispettato le attese: «Come in tutti i campionati, alla vigilia ci sono delle scelte e anche la formazioni della squadra è tutta teorica, nel senso che pensi di fare qualcosa, poi non è tutto funzionale in base anche ai calciatori che hai. Certe volte ti va bene, altre no. Sia per costruzione della rosa che per blasone della società, il Prato era tra le favorite alla vigilia, poi però c’è il campo che dice sempre la verità». Sulla lotta al vertice: «Avevo già idea che fosse una lotta a tre, ma forse resterà una lotta a due dopo che il Lentigione si è un po’ staccato. Che fosse una lotta destinata a risolversi alla fine era tra le aspettative, con Fiorenzuola ed Aglianese un po’ più avanti. Diciamo lotta a due con un terzo incomodo. Una mia favorita? Dico Fiorenzuola perché hanno un entusiasmo importante, ma l’Aglianese ha la solidità di una squadra da categoria superiore e sarà una bella sfida». La squadra ed il calciatore che l’hanno impressionato positivamente: «Come squadra dico il Lentigione, con a ruota il Fiorenzuola. Come calciatore dico Piccinini, una giovane mezzala del Lentigione destinata a salire di categoria».