29 Gennaio 2022

IL CENTROCAMPISTA DELLA CORREGGESE, ROMA: ‘CON IL CARPI SARA’ UNA BELLA PARTITA’

Marco Roma (foto Ghero), centrocampista classe 1991, è uno dei tre giocatori, insieme a Christian Damiano e Lorenzo Riccò, che sono rimasti alla Correggese anche dopo il cambio di proprietà. E domenica al Borelli di Correggio arriva l’Athletic Carpi che Claudio Lazzaretti, dopo dodici anni di grandi successi sportivi a Correggio, ha deciso di far nascere per non fare scomparire il calcio nella città modenese. Una partita, quella valida per la dodicesima giornata del girone D di Serie D, per ovvi motivi molto sentita. “Sicuramente sarà una bella partita da vedere – spiega Roma – con anche il pubblico presente compreso quello del Carpi che è sempre molto numeroso al seguito della squadra. E vista la vicinanza è un derby molto atteso”.

Roma, domenica rivedrà e poi affronterà in campo alcuni suoi ex compagni di squadra nella scorsa stagione.

“L’anno scorso abbiamo legato creando un bel gruppo e sono tutti bravi giocatori. Ci sentiamo spesso”.

Una cosa che accomuna le due squadre è il fatto di essere partiti in ritardo con la preparazione, rispetto alle altre squadre, viste le note vicende estive.

“Questo è vero, ma al fatto di essere partiti dopo non deve essere un alibi, almeno per quanto ci riguarda. Il gruppo è stato costruito ed è ormai un pò di tempo che giochiamo insieme. Penso che siamo due squadre costruite con ottimi giocatori e quindi in grado di fare bene”.

E’ stata comunque una estate particolare per alcuni di voi, da una parte e dall’altra.

“Ogni stagione è diversa. Le società come anche i giocatori al termine fanno le proprie valutazioni e l’importante è essere stati bene insieme. Io non ero stato confermato alla Correggese comunque sarebbero andate le cose, poi c’è stata questa possibilità e sono rimasto volentieri”.

Pensa che quella di domenica sia una partita diversa rispetto alle altre?

“Come gli altri derby sono partite sempre sentite in maniera particolare, però penso anche che vada affrontata come le altre anche se ti danno qualche stimolo in più”.

Quale è l’obiettivo della Correggese in questa stagione?

“Mantenere la categoria perchè è tutto quanto nuovo e so quanto è duro questo girone. Dobbiamo avere l’umiltà di una squadra che lotta tutte le partite. L’obiettivo rimane la salvezza, ma questo è un gruppo di qualità e una volta raggiunta si può aspirare anche a qualcosa di piu'”.

Quali sono secondo lei le squadre favorite per vincere il girone D?

“Non le ho ancora incontrate tutte, ma finora quella che mi ha impressionato maggiormente è stato il Rimini. Poi ci metto anche il Lentigione e lo stesso Carpi che se trova continuità può puntare in alto. E non lascio indietro nemmeno il Ravenna e l’Aglianese”.