11 Aprile 2021

PALLAMANO CASALGRANDE: CON IL CHIARAVALLE ESCE SCONFITTA DI UN PUNTO

CHIARAVALLE – MODULA CASALGRANDE 30 – 29

CHIARAVALLE: Achilli, Albanesi, Ballabio (P), Bastari, Battistelli, Brutti 7, Cognini 3, Feroce 1, Maltoni, Medici 1, Molinelli (P), Rumori, Russo 7, Santinelli 5, Tanfani 4, Vichi 2. Allenatore: Albano Cocilova.

MODULA CASALGRANDE: Aldini 2, Ferrari, Giubbini 2, Griffo (P), Id-Ammou 4, Lamberti 12, Lenzotti 1, Oliva, Prandi (P), Prodi 2, Rispoli, Rondon Calderon, Dennis Toro 4, Kristian Toro 2. Allenatore: Fabrizio Fiumicelli.

ARBITRI: Rhim e Id-Ammou.

NOTE: primo tempo 19 – 12. Rigori: Chiaravalle 0 su 1, Modula Casalgrande 2 su 5. Esclusioni per due minuti: Chiaravalle 5, Modula 3. Espulso al 15’st Giubbini (M) per proteste.

Nell’ottava giornata di ritorno del girone B della Serie A2 maschile di Pallamano, per la seconda volta in questa stagione, il confronto tra Chiaravalle e Modula Casalgrande si è deciso con un solo gol di scarto, ma questa volta la gara ha avuto un esito opposto rispetto al confronto di andata. Lo scorso 27 dicembre, al Pala Keope di Casalgrande, i padroni di casa avevano avuto la meglio con il punteggio di 31 a 30, stavolta invece sono stati i marchigiani a imporsi, peraltro prevalendo con un risultato molto simile. La Modula ha pagato un primo tempo disputato decisamente sottotono, durante il quale i locali hanno avuto buon gioco nel prendere man mano il largo. Anconetani avvio a razzo, tant’è vero che dopo pochi minuti erano già avanti sull’8-3. A seguire, i locali hanno avuto un vantaggio oscillante fra le 3 e le 4 lunghezze, ma poco prima dell’intervallo la formazione di Cocilova ha piazzato un ulteriore allungo, che l’ha portata a raggiungere l’intervallo con ben 7 gol di margine a proprio favore. Nel corso della ripresa, la Modula ha cercato più volte di rialzare la testa e di rimediare ai danni commessi in precedenza ricucendo lo strappo, nonostante l’espulsione quantomeno discutibile comminata a Marco Giubbini. Nelle battute conclusive, gli ospiti sono addirittura riusciti a raggiungere il pareggio sul 28-28. A quel punto ci si attendeva il guizzo finale da parte de gli ospiti quel brio in più che permettesse di completare l’opera conquistando l’intera posta in palio e invece è stata Chiaravalle a trovare la giusta chiave di volta. Sul finire del confronto, i padroni di casa sono stati capaci di mettere in campo una dose di freddezza e lucidità visibilmente superiore rispetto agli avversari ottenendo il settimo successo stagionale, mentre alla Modula rimane solo parecchia delusione per una gara che di certo avrebbe potuto avere un epilogo ben differente.

(ufficio stampa Modula Casalgrande)