11 Aprile 2021

LENTIGIONE: I COMMENTI DEI PROTAGONISTI DOPO LA VITTORIA SUL PRATO

di Giorgio Pregheffi

SORBOLO MEZZANI (Parma) – Dopo il 4 a 0 rifilato al Prato nella settima giornata di ritorno del girone D di Serie D, l’allenatore del Lentigione, Roberto Notari, mette subito in evidenza l’aspetto più importante: “La squadra ha dimostrato maturità. E’ vero che la partita è stata in discesa perché dopo poco più di 5 minuti eravamo in vantaggio e in superiorità numerica, ma a volte puoi trovare delle buche e ti fai male. E invece non abbiamo rischiato nulla e abbiamo fatto girare bene la palla. I ragazzi sono stati bravi e la squadra sta trascinando me, non il contrario. Ringrazio anche quelli che giocano meno, la forza sta nel gruppo. La classifica è bellissima, ma dobbiamo restare tranquilli, voglio tramettere consapevolezza, equilibrio e umiltà. Dobbiamo restare sul pezzo. E’ stato importante non prendere gol, abbiamo la miglior difesa. Staiti? Ha sentito un fastidio all’adduttore, ho preferito non rischiare, visto che la partita stava andando bene e poi perché abbiamo il tempo per recuperare”. Francesco Barranca (nella foto di Barbara Bastoni) è arrivato a quota 11 gol: “Sono contento, sto migliorando in fase conclusiva. Stiamo bene e facciamo bene tutti, chi gioca subito e chi entra, fa la differenza la nostra preparazione atletica, merito del prof. Araldi. Al di là dell’episodio iniziale, col Prato abbiamo fatto bene, ha tanti ottimi giocatori, ma abbiamo gestito la partita. Continuiamo a sognare e a volare sulle ali dell’entusiasmo, crediamo in quello che facciamo”. In gol anche il capitano, Davide Zagnoni: “Ho fatto un gol e mezzo – sorride – perché il rigore è stato dato perché il centravanti ha parato un mio colpo di testa. Ora sono a quota 4, se ne faccio un altro eguaglio il bottino dell’anno scorso. Sono molto contento della vittoria di oggi, stiamo tenendo il passo, tutto grazie al lavoro in settimana, fisico, mentale e tecnico. Siamo orgogliosi del percorso che stiamo facendo, bisogna continuare con questo passo, dove arriveremo si vedrà a metà giugno visto che la fine del campionato sicuramente slitterà”. In tema di gol, nono centro personale per Gabriele Piccinini: “E potevo andare in doppia cifra, ma ho preferito passare a Bouhali solo a centro area. Sono contento perché ho comunque fatto gol, su passaggio di Staiti e poi perché abbiamo vinto contro il Prato. Nell’intervallo il mister ci ha detto che era importante non prendere gol e quindi ci siamo abbassati e abbiamo fatto prevalentemente delle ripartenze. Lasciatemi dire una cosa, sono contento di essere rimasto a Lentigione, gioco e mi diverto”.