27 Febbraio 2021

L’AVVERSARIO DELLA BAGNOLESE: L’AGLIANESE SARA’ PRIVA DI COLOMBINI E GELLI

L’Aglianese, la squadra che domani fa visita alla Bagnolese, sta dominando il girone D di Serie D, di cui è la capolista con 5 punti di vantaggio sul Fiorenzuola. Il suo ruolino di marcia è impressionante: in 17 partite ha raccolto 40 punti, grazie a 12 vittorie e 4 pareggi, una sola sconfitta, netta peraltro, proprio in casa del Fiorenzuola. Ha il miglior attacco con 37 gol fatti mentre per quanto riguarda i gol subiti sono stati 18 e da questo punto di vista ha fatto meglio il Fiorenzuola, ma resta il fatto che la sua continuità è stata l’arma vincente, anche se a volte ha faticato contro le cosiddette piccole. Domenica scorsa ha vinto solo al 94’ su rigore contro una coriacea Marignanese: “Solo quando l’arbitro fischia la partita è finita – rileva l’allenatore toscano Francesco Colombini (nella foto) – e noi ci abbiamo creduto. D’altra parte non è facile giocare contro un avversario che si chiude. Al di là di questo, sono soddisfatto, ma con questi impegni ravvicinati bisogna farsi trovare sempre pronti. Guardate il Forlì: ha un ottimo organico, ma fra rinvii e recuperi ha delle difficoltà. Noi fortunati? La componente fortuna incide ma bisogna sapersela meritare. Con quanti punti si vince il campionato? Penso a 73/74 punti. Le ultime 6,/7 partite saranno decisive”. Questo il giudizio di mister Colombini sull’avversario di domani: “La Bagnolese è una squadra ostica, tiene bene il campo e tutti corrono. Non c’è Formato, ma ha già vinto anche senza di lui. Noi dobbiamo andare lì, stare attenti e trovare il varco giusto”. Circa la formazione, non ci saranno lo squalificato Francesco Colombini (omonimo dell’allenatore), un pilastro della difesa ma è pronto Coda, un giocatore che ha fatto anche la Serie A, e l’altro centrale Gelli infortunato, che verrà sostituito da Panelli ed è in dubbio Remedi. Vediamo il probabile schieramento secondo il 4-3-1-2: Ansaldi; Gasco, Coda, Panelli, Righetti; Remedi (Bangu), Bianchi, Ballardini; Bellazzini; Brega, Kouko.

Giorgio Pregheffi