20 Gennaio 2021

CR LOMBARDIA: PASQUALI PRESENTA RICORSO SULLA VITTORIA DI CARLO TAVECCHIO

Le elezioni del nuovo Consiglio Regionale della Lombardia che hanno decretato la vittoria dell’ex numero federale Carlo Tavecchio contro Alberto Pasquali (foto La Voce di Mantova) per una manciata di voti (380 contro 366), non hanno convinto Pasquali ha presentato una riserva scritta, cui farà seguito un regolare ricorso per invalidare l’esito della consultazione. “Non mi hanno convinto parecchie cose – ha dichiarato Pasquali – a cominciare dalle segnalazioni di parecchie società sul malfunzionamento del sistema di voto. Le operazioni di voto dovevano concludersi in 25 minuti, ne sono stati impiegati più di 55 e molte società non sono comunque riuscite a collegarsi al sito e hanno rinunciato a votare e dall’altro lato della questione i 701 voti espressi al termine del periodo stabilito sono diventati 751. Poi il voto disgiunto, prima il presidente e poi i consiglieri, ha fatto registrare l’abbandono di molte società dopo la nomina presidenziale, come testimoniano i numeri dei voti ottenuti dai consiglieri di tutte e due le liste che sono stati nettamente inferiori a quelli dello scrutinio per il presidente. Si fossero rispettati i tempi previsti forse nella lista dei consiglieri eletti ci sarebbe stato anche qualche rappresentante di quella che oggi è diventata opposizione”.