17 Gennaio 2021

PALLAMANO CASALGRANDE: L’INTERVISTA AL TERZINO EMANUELE SEGHIZZI

Stando agli attuali calendari, dicembre è il mese che sancirà la ripresa della Serie A2 maschile di Pallamano: il campionato ripartirà sabato 12 dicembre, dopo i tre turni di pausa voluti dalla Federazione per permettere alle società di adeguarsi alle nuove norme sanitarie. Dunque è ormai conto alla rovescia anche per la Modula Casalgrande, attesa da un doppio impegno che potrebbe addirittura diventare triplo. Il 12, la formazione allenata da mister Fabrizio Fiumicelli sarà di scena sul campo della Starfish Follonica e la sfida sarà valevole per il programma del 12° turno. La tredicesima giornata è prevista per sabato 19 e nell’occasione Casalgrande sarà di scena al Pala Keope ospitando il Nuoro. Resta poi da fissare la data del recupero casalingo contro Chiaravalle, valido per l’ottava giornata: la gara avrebbe dovuto disputarsi lo scorso 14 novembre, ma alcuni contagi Covid nelle file dei marchigiani hanno reso inevitabile il rinvio. Ora la Pallamano Spallanzani Casalgrande ha proposto di giocare l’incontro nella serata di mercoledì 16 dicembre, ma si tratta ancora di un data indicativa e provvisoria, che prima dovrà ovviamente essere accettata dal club marchigiano e convalidata dalla Federazione. “A livello di possibilità, queste settimane senza impegni agonistici possono rivelarsi un’arma a doppio taglio – sottolinea Emanuele Seghizzi (foto), terzino della Modula Casalgrande – e si tratta di una pausa che finirà per avere un’importanza davvero basilare per il prosieguo del cammino stagionale”.

A tuo parere, perchè la sosta rappresenta uno snodo così delicato e rilevante?

“Innanzitutto, sul piano strettamente sportivo, si tratta di un periodo che ha senza dubbio i suoi vantaggi. L’assenza di partite ci permette di affinare e collaudare ancora meglio le soluzioni di gioco proposte da Fiumicelli: stiamo sviluppando varie idee con calma e pazienza, senza quell’inevitabile tensione legata all’imminenza dell’impegno agonistico. Inoltre, di recente abbiamo dovuto fare i conti con una serie di rilevanti infortuni con lo stop del girone B ci ha dato modo di svuotare l’infermeria e ciò costituisce senza dubbio un aiuto di primaria importanza in vista delle sfide che ci attendono”.

Tuttavia?

“Tuttavia c’è un rovescio della medaglia, a cui dobbiamo stare costantemente attenti: le soste agonistiche possono sempre portare a un’eccessiva rilassatezza, determinando dei cali di concentrazione che portano a lavorare senza la necessaria intensità. Fin qui siamo riusciti ad arginare questo problema in maniera efficace e da qui al 12 dobbiamo continuare così senza tentennamenti. Una pausa vissuta in modo energico permette di ricavare ulteriore linfa, sia dal punto di vista tecnico – agonistico sia sotto l’aspetto motivazionale: in caso contrario, il troppo relax può avere conseguenze decisamente sgradevoli sul futuro percorso di campionato”.

La Starfish Follonica è avversaria di primo piano, e i suoi risultati lo dimostrano: secondo la quasi totalità degli addetti ai lavori, la formazione maremmana ha i numeri necessari per ritagliarsi stabilmente un ruolo nella medio – alta classifica. Avresti preferito ricominciare l’agenda ufficiale con un altro tipo di avversaria, magari contro una diretta concorrente in chiave salvezza?

“Follonica sa creare parecchi grattacapi a qualsivoglia avversaria del girone B e inoltre per la Starfish il fattore campo rappresenta un ulteriore valore aggiunto, e tutto ciò la dice lunga sulle numerose insidie che questa trasferta toscana ha in serbo per noi. In ogni caso, credo pure che il risultato finale non sia affatto scritto in partenza. Il lavoro che stiamo portando avanti in palestra fa certamente ben sperare e lascia intravedere una Modula che sarà pronta per lottare in modo generoso durante tutti i 60 minuti. Per quanto concerne il calendario, sono sincero e probabilmente avrei preferito ripartire con uno scontro diretto in ottica salvezza, ma in compenso si tratta di sfide che non tarderanno ad arrivare. Il 19 ospiteremo infatti Nuoro, e forse negli stessi giorni avremo pure il recupero contro Chiaravalle: di conseguenza, dicembre sarà un mese chiave per capire ancora più a fondo le nostre reali prospettive stagionali”.

In ambito personale, sei soddisfatto per il lavoro che hai svolto fin qui? Il derby di Rubiera è andato male sotto l’aspetto del risultato di squadra, ma tu hai comunque messo a segno 6 reti.

“Ci sono sempre aspetti su cui si può e si deve sempre migliorare: nel mio caso ritengo di dover fare meglio in ottica difensiva, e poi non va tralasciato l’aspetto psicologico. Quando sbaglio qualcosa nel corso delle partite, mi capita di attraversare qualche minuto di appannamento che andrebbe assolutamente evitato. Il mio prossimo obiettivo sta anche nel reagire meglio e con più rapidità agli errori che commetto. Sto comunque svolgendo un duro lavoro a tutti i livelli ed è una traiettoria che finora ha dato i risultati migliori in zona gol. Per quanto riguarda il rendimento offensivo credo infatti che il mio bilancio sia per il momento soddisfacente”. 

(fonte e foto ufficio stampa Modula Casalgrande)