27 Novembre 2020

PALLAMANO CASALGRANDE: L’INTERVISTA AL CENTRALE RICCARDO PRODI

La Pallamano Modula Casalgrande sta continuando il proprio lavoro al Pala Keope, seguendo il consueto programma e c’è pure Riccardo Prodi (foto), in continuo e costante miglioramento dopo il problema fisico che lo ha costretto a saltare gli ultimi tre impegni di campionato. “L’infortunio risale a metà ottobre – ricorda il centrale classe 2002 – quando ho rimediato una botta fortuita al gomito durante il Memorial “Nello Corradini” di Rubiera, che ho disputato con la nostra formazione Under 19. Un inghippo senza dubbio fastidioso, che al momento non è ancora completamente risolto, ma ho ripreso ad allenarmi da ormai un paio di settimane e la condizione fisica mi sta dando riscontri sempre più incoraggianti”.

Fino a questo momento, la Modula ha collezionato 6 punti nell’arco di 7 gare: un bilancio soddisfacente, oppure crede che la squadra fosse nelle condizioni di fare meglio?

“Osservando la caratura complessiva delle avversarie con cui ci siamo confrontati, credo che fosse davvero difficile fare meglio, anzi penso proprio che il ruolino di marcia sia stato persino migliore rispetto alle previsioni di inizio annata. Abbiamo iniziato a tracciare una strada convincente, che adesso bisogna continuare a percorrere”.

Questa pausa arriva al momento giusto o avresti preferito continuare?

“Per rispondere, è innanzitutto necessario inquadrare le ragioni che hanno determinato questo stop. La pausa serve per permettere a tutti i club di applicare un protocollo anti covid ancora più severo, quindi di questi tempi si tratta senza dubbio di una decisione appropriata. Per quel che riguarda invece il piano strettamente sportivo, ritengo che in fin dei conti questa sospensione ci possa fare bene. Di recente, anche Mattia Lamberti e Mathieu Galopin hanno dovuto fronteggiare intoppi causati dagli infortuni, la sosta ci sarà quindi utile per svuotare l’infermeria. A Follonica puntiamo a presentarci in assetto completo, e siamo ragionevolmente ottimisti in tal senso”.

Quali sono le maggiori doti che la Modula Casalgrande ha espresso finora? E viceversa quali sono i difetti che andrebbero corretti con maggiore rapidità?

“Oltre alle efficaci idee di gioco che caratterizzano la visione di Fiumicelli, il ferreo carattere che abbiamo espresso fin qui rientra senza dubbio tra le principali doti del nostro gruppo. Inoltre, siamo una squadra che non perde mai l’attitudine a migliorarsi e perfezionarsi sempre più: ci troviamo ben lontani dal sentirci “arrivati” e ciò costituisce senza dubbio un ulteriore punto a favore. Parlando invece dei limiti, ritengo che adesso si debba lavorare a fondo per affinare in primo luogo la fase difensiva”.

(fonte e foto ufficio stampa Modula Casalgrande)