14 Luglio 2020

VERSO LA RIFORMA DEI CAMPIONATI: LE PRIME INDISCREZIONI SUL NUOVO FORMAT

Al termine del Consiglio Federale della Figc, che si è tenuto ieri, si è acceso lo scontro tra il Presidente di Lega Pro, Francesco Ghirelli e il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, con il primo che ha precisato che il format dei campionati rimarrà invariato e che sulle riammissioni, per il primo sono “confermate” mentre per Sibilia sono da “affrontare nella giusta sede”. Alcune voci hanno fatto trapelare che all’attuale Serie D si potrebbe affiancare una sorte di C2, o meglio una Serie D Elite visto che dovrebbe fare sempre parte della LND. Essa sarà composta dalle 9 formazioni vincitrici del campionato 2019/2020 e dalle formazioni non coinvolte nella Serie C Elite. Le restanti saranno ripescate tra le seconde dell’attuale Serie D e tra le semifinaliste della Coppa Italia di categoria. Il totale in questo caso farà 60 e si avranno quindi tre gironi da 20 squadre con una sola promozione nella Serie C Elite e tre retrocessioni. Le squadre che comporranno invece la Serie D Elite, potranno configurarsi come associazione sportiva dilettantistica con tutti i vantaggi fiscali del caso. A tal proposito l’attuale Serie D diverrà di fatto la 5^ Serie, ma sono previste importanti compensazioni a livello economico. Infine è prematuro dare delle tempistiche di avvio e non si sa nemmeno se le votazioni inizieranno già nei prossimi giorni o si dovrà attendere un nuovo consiglio federale.

(fonte e foto tuttocampo.it)