16 Luglio 2020

L’ADDIO DI MAULE ALLA CORREGGESE: ‘LA STIMA E L’AFFETTO RESTANO IMMUTATI’

Gabriel Maule (foto) da ieri non è più il direttore sportivo della Correggese, che ha chiuso la stagione al terzo posto nel girone D di Serie D, secondo miglior attacco, seconda miglior difesa, secondo posto nazionale della Coppa Disciplina. Maule ha voluto affidare a notiziariocalcio.com il saluto alla società: “Lascio Correggio consapevole di aver lavorato in una grande società – le parole di Maule – organizzata per ben altri livelli. C’è stata una rivisitazione dei costi di gestione in vista della prossima stagione, cosa che non consente di continuare questo progetto, e quindi le strade si dividono, ma la stima e l’affetto resta immutata. La Correggese è fortunata, perché può puntare su un grande presidente, che ci ha permesso di lavorare in assoluta serenità”. Sui calciatori: “Mi preme salutare un gruppo di veri uomini, formato da tantissimi capitani. Avevamo la squadra più giovane d’Italia, ma in quanto a carisma non avevamo nulla da invidiare a nessuno. Chi arriverà ora, lo capirà da subito con chi avrà a che fare e, ne sono certo, tanti ragazzi hanno un futuro roseo davanti a loro”. Sul futuro: “Dopo una stagione del genere, è chiaro che qualche richiesta c’è, ma non ho portato avanti trattative nei giorni scorsi per rispetto alla Correggese. Settimana prossima avrò qualche colloquio, vedremo cosa succede. Il mio obiettivo è quello di lavorare per un progetto ed una società seria, che abbia l’ambizione di vincere qualcosa a medio termine, così com’era iniziato il progetto a Correggio. Credo che, così per i calciatori, anche i dirigenti devono avere l’ambizione di crescere continuamente”.