6 Giugno 2020

ARCETANA: MISTER PAOLO VINCETI CONFERMATO PER LA PROSSIMA STAGIONE

La notizia era stata in parte anticipata ieri dal direttore sportivo, Fabio Chiarabini, e ora a stretto giro arriva la piena ufficialità: Paolo Vinceti (foto) sarà l’allenatore dell’Arcetana anche nella prossima stagione. “Di certo non è stata una lunga ed estenuante trattativa – racconta Vinceti – e al contrario il rinnovo dell’accordo tra me e la dirigenza è arrivato in modo pressochè immediato, senza giri di parole e con una rilevante unità di intenti tra me e la società. A livello generale, spicca poi un dato di carattere statistico: la prossima annata sportiva rappresenterà il mio decimo anno nei ranghi dell’Arcetana. Come è noto, nel 2001 sono approdato qui da giocatore e in seguito ho fatto ritorno nella mia attuale veste di allenatore, e ora sono davvero felice di festeggiare questo prestigioso anniversario che riguarda la mia permanenza all’Arcetana. Chiaramente, si tratta di 10 anni non consecutivi, ma stiamo comunque parlando di un arco di tempo davvero significativo, che mi ha permesso di apprezzare in modo diretto la grande serietà e competenza che da sempre contraddistingue l’Arcetana. In particolare l’impostazione dell’attuale dirigenza si colloca in perfetta sintonia con l’illustre tradizione che caratterizza questo club: tutto ciò senza dimenticare l’ottimo livello dell’impiantistica, che si colloca senza dubbio tra le migliori in ambito reggiano. Nel corso della passata stagione ho lavorato in modo proficuo e gratificante con il d.s. Chiarabini, il presidente Spaggiari, il vicepresidente Pederzini e con tutto il resto della società. A novembre, quando ho assunto le redini del gruppo, la squadra era in difficoltà anche a causa degli infortuni sopraggiunti nelle prime settimane di campionato, ma in seguito l’infermeria si è in buona parte svuotata, e questo ci ha aiutati a sviluppare il tipo di calcio che avevo in mente per quest’Arcetana. La dedizione dei giocatori ha avuto un ruolo determinante nel risollevarci in classifica, poi con il mercato dicembrino sono arrivati degli innesti che ci hanno permesso di proseguire la marcia con una rinnovata e ragionevole dose di convinzione. L’insieme di questi fattori ha determinato i numeri che sono noti a tutti. La classifica dopo 24 giornate ci aveva assegnato la salvezza senza playout. Ormai ad Arceto mi sento veramente uno di famiglia, e dunque sono veramente lieto di aver potuto contribuire in prima persona ai numeri che siamo stati capaci di ottenere. Ringrazio tutta l’Arcetana per questa riconferma e ora siamo già proiettati con decisione verso il futuro”. L’avvenire a livello globale ha ancora dei connotati piuttosto oscuri, perchè la data d’inizio del prossimo campionato appare ancora ben lungi dall’essere stabilita. “Il mondo del calcio dilettantistico è pervaso da una comprensibile situazione di incertezza generale – evidenzia Vinceti – ma l’Arcetana è nelle condizioni giuste per avere le idee più chiare rispetto a tante altre realtà. Di certo non potremo fare sfracelli sul mercato, ma la credibile programmazione che il club ha saputo darsi permette di avere i mezzi necessari per affrontare nuovamente una categoria di alto livello come l’Eccellenza. Entro breve, contiamo di arrivare a definire un elenco completo o quasi dei giocatori riconfermati: ovviamente l’intenzione sarebbe quella di rinnovare gli accordi con parecchi dei nostri attuali giocatori, ma molto ovviamente dipenderà da cosa penseranno i diretti interessati. Per il momento non posso che ribadire quanto già affermato in questi giorni da Chiarabini e Pederzini: l’Arcetana 2020/2021 che abbiamo in mente ha un aspetto molto simile a quello attuale, ma non mancheranno alcuni innesti mirati per provare a fare ancora meglio rispetto al campionato appena concluso. Giusto per capire, proveniamo da una stagione in cui abbiamo segnato molto ma abbiamo anche subìto molti gol e credo che sia un dato da tenere presente in sede di mercato”. Paolo Vinceti si sofferma inoltre sul possibile format della prossima Eccellenza: “Si parla tanto di gironi più piccoli – afferma Vinceti ma ritengo che al momento si tratti ancora di una discussione piuttosto prematura, perchè prima bisognerà conoscere con esattezza non solo la quantità di squadre iscritte e anche la possibile data d’inizio del campionato. Tutto ciò senza dimenticare un’eventuale ristrutturazione dei campionati, che potrebbe ulteriormente modificare le carte in tavola. Osservando la situazione generale, si potrebbe benissimo studiare una soluzione che preveda trasferte meno numerose e più ravvicinate dal punto di vista chilometrico e questo rappresenterebbe un aiuto per tante società. Ad ogni modo, per l’Arcetana non cambia molto e noi saremo pronti a giocare con qualsiasi tipo di formula e di calendario”.

(ufficio stampa Arcetana)