5 Aprile 2020

CALCIO ECCELLENZA: NONA PERLA DELLA BAGNOLESE CON FINALE AD ALTA TENSIONE

PICCARDO TRAVERSETOLO – BAGNOLESE 0 – 2

Piccardo Traversetolo: Vlas, Traorè, Toma (30’ st Bottioni), D’Alessandro, Santurro, Fornaciari (33’ st Kolluri), Hoxha, Pessagno, Del Porto, Caputo, Varani (30’ st Bergamaschi). (Reggiani, Sula, Genitoni, Capra, Montali, Formuso). All.: Fava.

Bagnolese: Auregli, Capiluppi, Mhadhbi, Covili, Oliomarini, Farina, Marani (33’ st Calabretti), Faye, Formato, Zampino, Viani (13’ st Tzvetkov). (Cavallini, Zermani, Brizzolara, Sementina, Ashitey Fidel, Shashviashvili, Vernia). All.: Gallicchio.

Arbitro: Martinelli di Ostia Lido (Pasotti di Imola e Melnychuk di Bologna).

Reti: 25’ st su rigore e 39’ st Formato.

Note: Espulsi Zampino della Bagnolese al 7’ st per doppia ammonizione e dalla panchina Formuso della Piccardo Traversetolo al 41’ st per comportamento scorretto. Ammoniti Varani della Piccardo Traversetolo, Capiluppi della Bagnolese.

Traversetolo (Parma) –  E’ un’autentica impresa il nono successo di fila della capolista Bagnolese, che sbanca il Nuovo Tesauri in condizioni di estrema difficoltà. Rossoblù costretti a giocare quasi l’intera ripresa con un uomo in meno, con Zampino espulso per doppia ammonizione. Nella tana di una della big del torneo chiunque sarebbe crollato, ma gli uomini di Claudio Gallicchio hanno sfoderato ancora più grinta e convinzione gettando attributi e cuore oltre l’ostacolo. A mettere le ali alla Bagnolese la doppietta di Alberto Formato (nella foto), che con sedici sigilli torna anche capocannoniere solitario. I rossoblù allungano a sette il proprio gap sul Colorno, ma il vantaggio è al momento virtuale dato che il Nibbiano non ha giocato per l’allarme del Coronavirus. E verso il finale di gara anche parecchia tensione in campo, con Claudio Gallicchio che frana a terra colpito in pieno volto da un’improvvisa pallonata scagliata dalla panchina della Piccardo Traversetolo. Bagnolese senza gli infortunati Cocconi e Vernia, con quest’ultimo in panchina solo a fare numero. Rossoblù schierati con il 4-3-1-2, con Viani ad innescare Formato e Zampino. In avvio angolo di Viani con gol annullato, dato che Formato può colpire in tap – in in quanto a giudizio di Martinelli c’è Capiluppi ad allungare la sfera di testa ma commettendo anche fallo sull’ex Colorno Del Porto. Scavalcata la mezzora miracolo di Auregli, che salva la Bagnolese sulla bordata dell’ex Folgore Rubiera Hoxha. In pieno recupero i rossoblù si aggrappano al prodigio – bis di Auregli, ancora decisivo su Hoxha. In apertura di ripresa Zampino cade all’altezza del dischetto su contatto con l’ex Santurro, giallo per simulazione che essendo il secondo cartellino costringe all’inferiorità numerica gli uomini di Claudio Gallicchio che però vuole vincerla. Dentro quindi Tzvetkov, per una Bagnolese con un 4-3-2 per nulla da barricate. A metà frazione rigore su Formato atterrato dall’ex granata D’Alessandro e dagli undici metri lo stesso bomber rossoblù realizza scagliando di potenza appena sotto la traversa. Al 39’ micidiale ripartenza con bis di Formato che fugge e gela Vlas, nel tripudio dei ragazzi di Claudio Gallicchio con quest’ultimo che si becca una pallonata in pieno volto dalla panchina parmense, il pubblico scende compatto verso la parte bassa della tribuna ed in campo ci vuole qualche istante per disinnescare il parapiglia generale.

Luca Cavazzoni