30 Settembre 2020

LORENZO PEDRETTI DELLA PALLAMANO RUBIERA: ‘QUESTA E’ UNA NUOVA SFIDA CON ME STESSO’

Nel derby reggiano con Casalgrande per il girone B della Serie A2 di Pallamano, nella Pizzikotto Rubiera c’è stato l’esordio molto positivo per il classe 1994, Lorenzo Pedretti (nella foto di Linda Lusetti). Nato a Bologna, muove i primi passi in questo sport nella società del Bologna United dove gioca dalle giovanili fino ad arrivare a 17 anni in A1 Élite. Causa infortunio si ferma per  due anni e non riprende per mancanza di stimoli. Ma la Pallamano è una passione che non muore mai e dopo un periodo di lontananza trova in Rubiera, dove giocano anche suoi amici ed ex compagni, la sua nuova ripartenza.

Pedretti, cosa l’ha spinta a ripartire dalla Pallamano Rubiera?

‘Ho smesso di giocare causa infortunio e perché forse avevo un po’ perso le motivazioni e lo stimolo e mi reputo una persona che se non riesce a dare il 100% non è soddisfatto. Rubiera, quindi, è per me è una nuova sfida con me stesso e insieme alla nuova squadra vorrei riuscire a raggiungere i playoff e il salto di categoria. Le sfide mi piacciono e mi danno adrenalina’.

Quali sono state le sensazioni al rientro in campo in un derby così sentito come quello con Casalgrande?

‘Ero fermo da 2 anni e più e grazie anche ai miei ex compagni di squadra che mi hanno spronato, sono tornato a giocare in una squadra che mi piace molto con ideali che abbraccio in pieno. Mi hanno fatto sentire a casa fin da subito e ne sono grato. Siete e ora siamo una bellissima realtà. Poi rientrare in campo in una partita così sentita è stato molto emozionante’.

Cosa si aspetta da questa seconda parte di stagione?

‘Di riuscire a raggiungere l’obbiettivo playoff e giocarci il tutto per tutto per la promozione in A1, campionato che Rubiera meriterebbe’.