2 Dicembre 2020

CALCIO ECCELLENZA: LA BAGNOLESE BATTE IL FIORANO CON UN’INCORNATA DI OLIOMARINI

BAGNOLESE – FIORANO 1 – 0 

Bagnolese: Auregli, Capiluppi (26’ st Zermani), Cocconi, Marani, Oliomarini, Farina, Tzvetkov (16’ st Viani), Faye, Formato, Zampino, Mhadhbi. A disposizione: Ferrari, Bini, Covili, Ashitey Fidel, Shashviashvili, Sementina, Vernia. Allenatore: Gallicchio.

Fiorano: Malpeli, Baldoni, Blotta, Enrico Montorsi, Magro, Canalini, Dapoto (1’ st Dakoli e dal 41’ st Francioso), Altariva (14’ st Bruno), Fanti, Matteo Montorsi (14’ st Costa), Ansaloni. A disposizione: Antonioni, Haddaji, Masi, Cavallini. Allenatore: Paraluppi.

Arbitro: Fundarotto di Ferrara (Robello di Piacenza e Ritorto di Parma).

Rete: 27’ st Oliomarini.

Bagnolo in Piano (Reggio Emilia) – Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Bagnolese, mentre al Fiorano non basta la scossa del debutto in panchina di Stefano Paraluppi. I rossoblù dominano una partita quasi a senso unico potendo anche recriminare per alcuni episodi sfortunati, mentre gli ospiti restano aggrappati alla speranza di uscire indenni dal Fratelli Campari fino ad arrendersi all’incornata di Jacopo Oliomarini (nella foto). I ragazzi di Claudio Gallicchio aprono il girone di ritorno ed il nuovo anno con un successo che rinsalda il terzo posto in classifica, riducendo tra l’altro a tre lunghezze il ritardo dalla capolista Colorno (che nel finale pareggia il big-match contro la Virtus Castelfranco). Gli uomini di Stefano Paraluppi sono sempre più ultimi in graduatoria, nonostante una gara accorta e guardinga. Due gol annullati alla Bagnolese per altrettanti offside nel giro di appena un minuto (giusto su Oliomarini, ma più dubbio quello di Formato), oltre ad un rigore sprecato da Formato. Scampati questi diversi pericoli il Fiorano va poi sotto, solamente nel finale ha l’unica occasione per un clamoroso pareggio. Rossoblù senza gli infortunati Cavallini, Calabretti, Covili e Vernia (quest’ultimi due in panchina solo a fare numero), mentre nei biancorossi mancano l’acciaccato Saetti Baraldi e lo squalificato Silipo (ex come Costa ed Enrico Montorsi). Claudio Gallicchio sceglie un 4-3-1-2 con Zampino ad ispirare Tzvetkov e Formato, mentre Stefano Paraluppi risponde con un 4-3-2-1 in stile albero di Natale con Matteo Montorsi ed Ansaloni a supporto del riferimento offensivo Fanti. Una punizione di Farina colpisce l’esterno della rete all’11’, poi annullato alla Bagnolese il tap-in di Oliomarini pizzicato in fuorigioco sul secondo palo nel deviare il tiro di Faye (35’). Un minuto dopo rossoblù ancora in gol ed altro offside, questa volta su Formato che ribadisce dentro un tiro di Cocconi respinto dal baby Malpeli. In apertura di ripresa acrobazia di Formato e fallo di mano di Canalini, ma il bomber a disposizione di Claudio Gallicchio dilapida il rigore con un tiro forte ma centrale che l’ex Rosselli Mutina Malpeli addirittura blocca a terra. A metà frazione infortunio per Capiluppi, nella Bagnolese debutta il neo-acquisto Zermani (come il rientrante dal Mantova Marani schierato titolare). I rossoblù sbloccano al 27’ con l’imperiosa incornata di Oliomarini (primo centro stagionale) su angolo del neo entrato Viani (il tredicesimo dei ben sedici tirati complessivamente nel pomeriggio), al difensore goleador il Fiorano torna a portare bene (nella scorsa annata decise sia la gara del Fratelli Campari che la semifinale di andata di Coppa Italia giocata in terra modenese). Sussulto biancorosso nel finale ma in mischia c’è il prodigio di Auregli, poi gli uomini di Stefano Paraluppi rischiano di buscare il bis sui tentativi di Formato e di Zampino.

Luca Cavazzoni